La rendita catastale non retroattiva ai fini delle imposte


« Torna alla pagina delle notizie

La rendita catastale non è retroattiva.

Con la sentenza 1594/2013 del 23 gennaio 2013  la Cortedi Cassazione ha dichiarato che al contribuente non spetta nessun risarcimento per le imposte pagate prima dell’attribuzione della rendita catastale.

Nel caso sottoposto alla suprema Corte, un contribuente aveva presentato ricorso per aver versato per anni delle imposte maggiori, in quanto calcolate sul valore dei libri contabili, rispetto a quelle oggi dovute con l'attribuzione della rendita catastale.

Per gli immobili in questione, appartenenti alla categoria catastale D/1 (a destinazione speciale), il contribuente aveva richiesto da tempo all'agenzia del territorio l'attribuzione della rendita catastale, che però non può avere natura retroattiva, e inizia a spiegare effetto solo dal momento in cui è attribuita.