Discussione: revoca cautelare amministratore srl e lodo arbitrale

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Avv.Perricci
Utente registrato
26/10/2008
11:42:12
Sono in panne. Ho un dubbio e non mi intendo molto di società. Devo chiedere la revoca ex art. 2476 c.c. dell'amministratore di una srl. Lo statuto societario prevede che " tutte le controversie che dovessero insorgere tra i soci nonchè tra società e soci in relazione al rapporto sociale o all'interpretazione e all'esecuzione del presente statuto e delle deliberazioni legalmente adottate dagli organi sociali, quelle promosse da amministratori, liquidatori e sindaci ovvero nei loro confronti, purchè compromissibili, verranno deferite ad un Arbitro Unico nominato dal Presidente del Consiglio Notarile del Distretto in cui ha sede la società. Non possono essere oggetto di clausola compromissoria le controversie nelle quali la legge prevede l'intervento obbligatorio del pubblico ministero. L'arbitro giudicherà secondo equità e senza formalità e il suo giudizio sarà inappellabile, salvo quanto disposto dal D.lgs 17.01.2003 n. 5".
Orbene, per chiedere la revoca cautelare dell'amministratore ed il risarcimento del danno devo far ricorso all'arbitro o posso farlo in Tribunale? e la procedura rbitrale come si svolge?


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

mfa

Utente semplice
1 interventi
30/10/2008 14:16:12
L'esistenza della clausola compromissoria nel contratto ti lega alla necessità di far luogo al procedimento arbitrale.
Per il quale dovrai seguire le norme del codice di procedura civile, fermo restando che, spesso, organi arbitrali precostituiti (vd., p. es., la Camera arbitrale nazionale e internazionale di Milano) hanno un proprio regolamento (un vero e proprio manuale di procedura, in formato ridotto).
Dovrai, presumo, formalizzare un atto di accesso ad arbitrato, con formulazione dei quesiti che intendi far risolvere all'arbitro.
Il rapporto tra procedimento cautelare e procedura arbitrale è identico a quello tra processo cautelare e processo a cognizione piena.
Dovrai attivare (davanti al Tribunale) il procedimento cautelare e, per il caso di sua inidoneità definitoria (cfr. la nuova normativa in tema di processi cautelari), proseguire il processo davanti all'arbitro per la definitiva statuizione nel merito.


Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
revoca atto di donazione
appello di revocatoria ordinaria 2901
revocatoria ordinaria in appello
termine per la revocazione
termini per la revocazione
possibile azione revocatoria ex art. 2901?
ordinanza revoca patente fuori termine
ordinanza cautelare recupero somme
revoca diritto di abitazione
tribunale delle imprese competenza cautelare
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading