Discussione: Caparra confirmatoria successiva ad accettazione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

GAB
Utente registrato
15/09/2008
12:08:45
E' stata sottoscritta presso una agenzia immobiliare una proposta di acquisto di un immobile (successivamente accettata dal venditore e controfirmata per presa d'atto dall'acquirente), in cui era specificato che il contratto, al momento della accettazione, era da ritenersi concluso (nel modulo prestampato fornito dalla agenzia e' riportato che e' facolta' delle parti produrre scrittura privata).
La modulistica della proposta prevedeva che l'acquirente non versasse nulla al venditore al momento della proposta e in caso di accettazione si impegnasse a pagare entro una certa data una caparra confirmatoria pari al 15% del prezzo concordato.
Cosa succede se nel periodo che intercorre tra l'accettazione e il pagamento della caparra confirmatoria l'acquirente recede dall'acquisto?
Da tenere presente che, contestualmente alla proposta di acquisto, l'agenzia si e' tutelata sulla sua provvigione richiedendo da parte dell'acquirente la sottoscrizione di un modulo che prevedeva la consegna di un assegno (intestato alla agenzia stessa) da trattenere da parte della agenzia in caso di recesso dopo l'accettazione o da considerare altrimenti come anticipo della provvigione.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10180 interventi
15/09/2008 18:45:18
La prassi è inusuale.

In caso di recesso da parte dell'acquirente, lo stesso perde la caparra regolarmente versata.

Nel caso in esame vi è solo l'intenzione o quantomeno l'accordo al versamento della stessa.
L'accordo comunque è vincolante in quando sottoscritto da entrambe le parti con un regolare contratto, anche se par di capire non ancora registrato.

L'acquirente dovrebbe adempiere al contratto, ma non avendo versato ancora la caparra, resta al venditore promuovere eventuale ricorso nei confronti della controparte, egli è stato quantomeno imprudente o consigliato male.

Io tenterei l'accordo bonario, di solito le agenzie procurano un nuovo acquirente nel giro di pochi giorni.



Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
maggioranze per accettazione servitù di passaggio
acquisto casa: clausola "salvo accettazione mutuo"
incidente in condominio: accettazione in acconto e poi causa?
acquisto casa: mutuo non concesso e perdita caparra o azioni legali
posso richiedere la caparra doppia?
accettazione transazione in assemblea
comunicazione diritto di prelazione e successiva mancata stipula
caparra non restituita
reso chiavi affitto e restituzione caparra iniziale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading