Discussione: Rifacimento recinzione, pretese (?) dell'Uff.Tec. del comune

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

mauro1950
Utente registrato
03/09/2008
19:14:16
Buona sera, vorrei un suggerimento per il problema che mi sta capitando. Sono amministratore (non professionista) e condomino del condominio dove abito formato da un'unica palazzina con tre scale alle quali fanno capo 10 appartamenti ognuna. Ciascuna dei queste scale ha un proprio amministratore (non professionista). Il condominio di fianco al mio ha la stessa conformazione: 3 scale, 10 app. per scala due amministratori non professionisti ed uno professionista. Dovendo rifare il muretto di cinta ci siamo accordati per farlo tutti assieme per ragioni di spesa e comoditÓ e ci siamo serviti dello studio di un architetto (figlio di un condomino) per i progetti e la presentazione dei vari documenti all'Ufficio Tecnico del comune che ora ci richiede di presentare una dichiarazione firmata da un amministratore professionista dalla quale risulti che tutti e 60 i proprietari hanno firmato, in assemblea unica, il loro consenso per la realizzazione della recinzione. La domanda Ŕ questa: perchŔ in assemblea unica (oltre 60 persone a causa delle comproprietÓ marito-moglie) e non presentare i singoli verbali di assemblea di ogni scala? perchŔ la firma di un amministratore professionista? l'amministratore non deve avere titoli particolari se non l'approvazione dell'assemblea quindi non basterebbe un documento unico firmato da tutti e 6 gli amministratori?
Chiedo il vostro aiuto e vi ringrazio.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10141 interventi
03/09/2008 20:24:20
Il comune ha "parzialmente" ragione.

Il vostro Ŕ un "supercondominio" e come tale, per poter validamente deliberare, necessita di un'assemblea generale di tutti i condˇmini.
Solo una deliberazione a maggioranza di questa assemblea, regolarmente verbalizzata, firmata dal presidente, dal segretario ed eventualmente dal (super)amministratore, pu˛ essere valido elemento da fornire al comune.

Non basta quindi la sottoscrizione degli amministratori o la firma di alcuni o tutti i partecipanti al (super)condominio, insomma ci vuole una (super)assemblea.

Ho precisi riferimenti di Cassazione su questo argomento.



Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
innovazione su una parte comune
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
costruzione di un fabbricato su suolo comune
uso esclusivo della canna fumaria comune dismessa
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
rifacimento facciata principale condominio
balcone/terrazzo su corte comune
divieto parcheggio in area comune box
piante in giardino comune a uso esclusivo
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading