Discussione: buona uscita negozio

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

losy10
Utente registrato
01/09/2008
20:36:14
ho un piccolo negozio in fitto; ora ci avvicianiamo alla scadenza del dodicesimo anno (6+6) , ho già inviato lettera a.r. per la risoluzione dello stesso e sono pronto comunque a discutere un eventuale rinnovo con adeguamento del fitto. Il locatario mi comunica che in caso di risoluzione devo versargli , come buona uscita, 18 mensilità ponendomi di fatto davanti al grosso problema della convenienza (mia) di risolvere il contratto o rinnovarlo alle condizioni di fatto imposte. E' tutto lecito?
Grazie in anticipo della risposta



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
02/09/2008 00:33:05
In questo caso è meglio farsi assistere da un'associazione, hanno ottimi avvocati esperti nella materia.

Al termine di un contratto, quello nuovo non deve essere perfetta fotocopia del precedente, possono essere stabilite nuove clausole e nuovo canone.

A questo punto potrebbe essere il locatario che recede spontaneamente dal contratto ......

Rispondi


losy10

Utente semplice
4 interventi
05/09/2008 09:15:01
sono d'accordo; il fatto che io ho proposto un modesto adeguamento del fitto (e credemi ben lontano dai valori di mercato..), lui ha rifiutato; a questo punto punto pretende , a suo dire consigliato da un avvocato, una buona uscita , per fine contratto, pari alle ultime 18 mensilità pagate a titolo di avviamento del negozio appellandosi a presunti e non ben precisate regole di legge. quello che vorrei sapere se queste norme esistono e sono regolarmente applicate.
saluti e grazie ancora

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
05/09/2008 13:54:44
Ci sta provando .....

Offrigli la continuazione della locazione con il solo aumento al 100% dell'indice Istat, è legittimo e non può sottrarsi almeno a questo.

Se non vorrà continuare la locazione sarà lui stesso allora a disdire il contratto senza nessuna penalizzazione per te.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
locazione immobile commerciale - buona entrata
canone affitto negozio commerciale.
sfiato canna fumaria di un negozio a muro
tenda di negozio caduta per il vento. proprietario immobile responsabile?
negozio tramutato in abitazione
buona entrata - locazione commerciale
lavori cornicioni e negozio senza proprietà del tetto
sfratto esecutivo tempistiche e riuscita
ripartizione spese condominiali per un negozio
richiesta negozio attacco imp. tv e sue spese
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading