Discussione: eredità condivisa con 3 fratelli

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

aleina
Utente registrato
20/07/2008
21:18:00
Salve, espongo subito i fatti e la relativa domanda (parlo al presente per comodità, ma é un futuro molto prossimo):
a seguito della morte di di mio padre prima e mia madre poi, ho ereditato un appartamento insieme ai miei 3 fratelli.L'appartamento in questione é locato in un edificio costruito da mio padre, e al piano superiore ci abita un fratello.Non vi sono altri appartamenti.
I miei 3 fratelli non vogliono vendere (per dividere la somma in 4)per via del valore affettivo, né vogliono acquistare la mia parte perché non hanno disponibilità, vogliono tenere l'appartamento intestato ai 4 fratelli e affittarlo per poi dividere in 4 la somma percepita dall'affittuario.Per me tenere un appartamento (che poi mi risulterebbe 2° casa) il cui ricavo mensile é certamente inferiore alle spese di manutenzone e tasse, non é conveniente.Tanto più che non potrei usufruire dell'appartamento personalmente!
Possono i miei fratelli obbligarmi a condividere la proprietà con conseguenti oneri per me? La mia idea é quella di far valutare l'appartamento da un perito non di parte, e 1/4 del valore richiederlo ai fratelli (o chi di loro) per liquidarmi, se non hanno dispinobilità lo si vende secondo il valore periziato!
Non vorrei ricorrere ad una causa!
Spero di essere stata chiara e di ricevere una risposta per evitare liti e discussioni in famiglia!Grazie





Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10041 interventi
24/07/2008 13:37:15
Se non si raggiunge un accordo "bonario" tra le parti bisogna per forza ricorrere al giudice.
Leggi gli articoli dal 1100 e seguenti del Codice Civile.

La procedura è complessa e costosa (nomina CTU, perizie, ecc.), dura anni.

Per non dover pagare la tua quota di Ici, abbattere l'imponibile Irpef ed evitare una possibile futura usucapione ti conviene fre un "comodato gratuito" nei confronti del fratello residente per la tua quota di proprietà, si paga un'imposta fissa una tantum e ti proteggi per il futuro.

Rispondi


aleina

Utente semplice
1 interventi
09/08/2008 16:45:20
Grazie mille, mi é stata molto utile la risposta.L'unica cosa da precisare, poiché rileggendo il mio messaggio iniziale, in effetti non si capisce, é che il fratello che abita al piano superiore é proprietario unico di quel piano, la comproprietà dei 4 fratelli é relativa solo all'appartamento sottostante.Per cui il problema dell'usucapione, se ho capito bene, non sussiste, o sbaglio?L'appartamento é affittato ad estranei!La saluto e la ringrazio ancora!

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
una donna ricca ha un figlio con uomo disposto a tutto per ottenere l'eredità... che fare?
eredità nonno, debiti padre
diritto all'eredità da genitori ancora in vita
diritto all'eredità da genitori ancora in vita
diritto all'eredità da genitori ancora in vita
divisione eredità di mia zia
eredità del conto in banca di due fratelli con conto cointestato
eredità per coppia non sposata con figli minorenni
sequestro parte di eredità per contributi mai versati a titolo di mantenimento dei figli
come tutelarsi da una coeredità "forzata"
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading