Discussione: Locazione abitativa - recesso

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

leo69
Utente registrato
04/07/2008
14:17:01
Il locatore di un immobile ad uso abitativo concesso in locazione per un anno, rinnovabile a discrezione delle parti (in realtà non è fatto alcun riferimento all'uso transitorio, ma potrebbe configurarsi un eventuale 4+4)ha dato regolare disdetta per finita locazione nei termini,scaduti a fine 2007, ma l'immobile nel frattempo è stato lasciato dal conduttore -titolare del contratto,a causa dell'interruzione della convivenza con la ex compagna, che vi convive tuttora con il loro figlio. Il conduttore - titolare del contratto ha contunuato a pagare a titolo di occupazione il canone, a contratto scaduto, e non sortendo alcun effetto l'intimazione al rilascio ,effettuata dal locatore, nei confronti dell'occupante sine titulo, quest'ultimo ha pensato di registrare nuovamente il contratto già disdettato. Nel frattempo, il conduttore-titolare del contratto da due mesi non ha più pagato e non intende più farlo per sopravvenute necessità: deve dare formale disdetta, necessaria a seguito della nuova registrazione del contratto, o deve considerare comunque risolto il contratto alla data di scadenza del preavviso di recesso del locatore(avvenuto a fine 2007)? per di più l'occupante sine titulo non intende rilasciare l'immobile: conviene mandare tutto dinanzi all'A.G. come licenza per finita locazione o sfratto per morosità, visto che la successiva esecuzione andrà a colpire il conduttore -titolare del contratto che in realtà non si trova materialmente nell'immobile e ove non risiede nemmeno più?
Chiedo lumi per questa contorta vicenda, e mi scuso se la complessità dei fatti ha reso un pò troppo coroso il mio quesito.
Ringrazio anticipatamente chi vorrà scambiare con me qualche idea in merito.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10144 interventi
04/07/2008 15:43:06
Infatti la presentazione è alquanto fumosa.

L'avvocato ti consiglierà certamente che la procedura di sfratto per "morosità" è più snella e veloce che per "finita locazione".

Vista la complessità del fatto, sarà opportuno agire immediatamente.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
locazione immobile commerciale - buona entrata
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
intimazione di sfratto per morosità - locazione commerciale
recesso contratto affitto prima dei 6 mesi di preavviso
recesso anticipato del conduttore e affissione cartello
clausola compromissoria in contratto di locazione.
contratti locazione non registrato
problemi di muffa e locazione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading