Discussione: Locazione commerciale e adeguamento Istat 100%

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Melinda
Utente registrato
08/06/2008
09:35:48
Vi espongo il seguente caso per richiedere il vostro parere in merito.
Un imprenditore stipula un contratto di locazione commerciale con un soggetto privato. La durata della locazione è convenuta dalle parti in anni 6 e verrà tacitamente rinnovata per ulteriori anni 6 salvo disdetta da comunicarsi dall'una o dall'altra parte a mezzo A.R. almeno 6 mesi prima della scadenza. Il canone di locazione stipulato nel contratto prevede una scaletta di importi crescenti per i primi tre anni e dal quarto anno un aggiornamento annuale ed automatico, anche senza espressa richiesta del locatore, nella misura del 100% della variazione dell'indice dei prezzi al consumo accertata dall'Istat. L'imprenditore, solo dopo aver firmato il contratto, viene a conoscenza del fatto che l'adeguamento del contratto nella misura del 100% della variazione dei prezzi al consumo accertata dall'Istat è illegale, tenuto conto che per le locazioni commerciali l'adeguamento può essere massimo del 75% : ne parla con il locatore il quale rimane fermo sulla sua posizione e pretende l'adeguamento Istat al 100%.
A che conseguenze va incontro il conduttore se si limita a versare solamente
il 75% della variazione Istat? Il locatore può dare lo sfratto per inadempienza del contratto?
O ancora come deve comportarsi il conduttore per versare solo l'adeguamento previsto dalla normativa?
Vi ringrazio del tempo che vorrete dedicarmi




Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9177 interventi
08/06/2008 13:12:37
Per le locazioni commerciali l'adeguamento Istat è sempre pari al 75% salvo espressi patti in deroga sottoscritti ed accettati da entrambi i contraenti (legge 431/98).

Rispondi


Melinda

Utente semplice
1 interventi
09/06/2008 00:53:25
Quindi se ho sottoscritto un contratto dove è previsto un adeguamento istat 100% devo versare il 100% ?

Rispondi


claistron

Staff
9177 interventi
09/06/2008 17:41:36
È proprio così.

Rispondi


povrbrto

Utente semplice
3 interventi
01/07/2008 23:55:19
Per Claistron: finalmente una risposta precisa e per me positiva (adeg. al 100%); finora ho trovato soltanto affermazioni per l'obbligatorietà di applicare il 75% anche in presenza di pattuizione contrattuale per il 100%.
Esistono già sentenze al riguardo?
Ringrazio vivamente.

Rispondi


claistron

Staff
9177 interventi
02/07/2008 13:01:58
La possibilità di stipulare patti in deroga commerciali (nel caso in esame l'indicizzazione al 100% dell'indice Istat) rimane tuttora controversa anche se l'indirizzo prevalente della giurisprudenza è di non giudicarli validi.
Altri osservatori, invece, si appellano alla sanatoria dei patti in deroga (legge n° 359/1992, art. 2, comma 2) che sarebbe valida per tutti i contratti in deroga: non solo per quelli abitativi, ma anche per quelli commerciali.

Rispondi


povrbrto

Utente semplice
3 interventi
08/07/2008 12:40:40
Quindi l'incertezza rimane intatta.
Il mio inquilino ha sinora pagato gli aumenti istat pieni, senza porre alcuna riserva.
Un domani potrebbe richiederne la restituzione? In tal caso, il fatto di non aver mai sollevato questioni sull'entità dell'aumento potrebbe rivelarsi per me vincente in futuro giudizio?.
Grazie.

Rispondi


claistron

Staff
9177 interventi
09/07/2008 00:56:31
Con un buon avvocato: SI.

Rispondi


povrbrto

Utente semplice
3 interventi
09/07/2008 21:16:08
Ringrazio e saluto cordialmente.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
locazione: come non liberare il primo conduttore dalle sue obbligazioni
tassazione canoni di locazione non percepiti
problema di diritto commerciale, probabile truffa.
tipologia dell'obbligo sottostante ad un rapporto commerciale
locazione locale di proprietà del condominio
adeguamento impianto metano esistente: chi paga?
divieto di pagamento canoni di locazione in contanti
locazione di cosa comune per avv. viola o colleghi
per prof viola, locazione cosa comune: contrasto tra soluzione schematica e sentenza delle s. u. 111
dopo aver acquistato casa, tubi del gas non a norma.
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading