Discussione: Diffamazione di un amministratore di condominio.

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

luilaplume
Utente registrato
01/06/2008
09:05:27
Un fornitore con un contratto di fornitura intestato ad un condominio decide di inserire nella casella delle lettere di tutti i condomini una sua missiva con cui avverte che a causa di "insolvenza del condominio" sospendera' il servizio.

Senza entrare ora nel merito della veridicita' di questa insolvenza il non seguire la normale trafila:

- sollecito
- lettera avvocato
- azione legale

e passare direttamente a "vie di fatto" rende la posizione di questo amministratore decisamente precaria ed antipatica, sulla scia di un reato tutto da dimostrare sorgono antichi dissapori le voci corrono ed il rischio che questo amministratore perda ben piu' di un condominio in virtu' di una sorta di "diffamazione" e' piu' che una ipotesi che si concretera' in tempi brevi.

Io sono un condomino scandalizzato da questo fatto noto nell'atteggiamento dell'amministratore (di carattere mite) una sorta di depressione pericolosa .... "solo" per questo motivo votero' in assemblea per confermare la fiducia ma vorrei trovare le parole adatte ed i termini giuridico per invitarlo ad una difesa attiva con querela nel confronti di un comportamento altamente scorretto.

Questo e' il fatto su cui gradirei un suggerimento.

Quanto segue e' l'aspetto "meno importante" che ha causato l'atto "diffamatorio"
(che spero non risulti colpevole di:" Evitare: frasi confuse , frasi in maiuscolo, linguaggio scurrile, polemiche"):

una fattura di tipo "folle" pare di seicentomila euro per fatture pregresse e non saldate da pagare a breve e' il primo problema ....

l'amministratore, senza avvertire sollecitamente il condominio .... ricostruisce la situazione dove risultano si' delle insolvenze (a lui note e derivate da una discutibile scelta) ma per cifre ben minori

i soldi in cassa non ci sono per insolvenze di parecchi condomini pertanto concorda una dilazione di pagamento

paga puntualmente la prima rata (grazie al casuale volontario pagamento di rate pregresse da parte di qualche condomino .... con senso di colpa)

forse per una sorta di fiducia nella sorte (e scarsa professionalita' nel gestire denari non suoi) invece di procedere pesantemente nei confronti dei "morosi" (operazione che se coperta da successo avrebbe consentito il saldo immediato del debito) si limita a bonarie telefonatine di sollecito

nel frattempo la "sfiga" va' per la sua strada ed il pagamento della prima rata concordata ... per disguidi interni dell'autore della fattura "fuori di testa" di cui ho parlato in precedenza non viene contabilizzato ......

da qui' la decisione di agire come quelle persone incivili che disperate decidono di farsi giustizia da soli .... vi e' chi riga la macchina del reo che parcheggia al suo posto, chi medita azioni piu' forti
ed anche chi manda lettere che fanno piu' danni di quanto si possa sospettare.

Grazie a chi avra' avuto la pazienza di leggere questa "troppo lunga" discussione ... visto che e' il mio primo intervento spero in una benevola accoglienza.


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10299 interventi
02/06/2008 13:47:38
Quanto sopra dimostra che, anche se non esiste la "professione" di amministratore di condominio, conferire l'incarico a persona non esperta nella materia può portare a simili conclusioni.

Ne abbiamo parlato spesso nella sezione condominiale del forum:

http://www.overlex.com/forum.asp?board=condominio

Non intravedo reati di diffamazione nella "lettera" inviata dal creditore, a meno di uso di termini particolarmente pesanti.

Continuare a servirsi dell'attività di simile amministratore può essere deleterio per il condominio, tra i compiti "principali" dell'amministratore infatti è fondamentale la riscossione dei crediti vantati nei confronti del singolo proprietario; l'uso del decreto ingiuntivo rappresenta una forma essenziale ed indispensabile per evitare la bancarotta e la ritorsione possibile nei confronti dei condòmini adempienti.

Non regge il tuo desiderio di proteggere simile figura di professionista, insomma, non risulta all'altezza del compito e dovrebbe essere revocato addirittura per giusta causa.

Rispondi


luilaplume

Utente avanzato
47 interventi
03/06/2008 21:20:54
Nel cercare "opinioni" in merito mi sono imbattuto in una novita':

ora non esiste piu' la solidarieta fra condomini in caso di inadempienze.

bene bene mi chiedo se:

si puo' fornire al gestore del servizio che ci chiede il pagamento di rate arretrate per 13000 euro l'elenco dei condomini che devono al condominio giustappunto questa cifra affinche' proceda lui alla riscossione con addebiti vari? .......

La cosa mi renderebbe estremamente felice .....

se poi si procedesse al blocco amministrativo dei mezzi di un grosso evasore che da solo ne deve 8000 .... sarebbe una cosa da pubblicizzare al fine di evitare per il futuro questo malcostume.

Rispondi


claistron

Staff
10299 interventi
06/06/2008 20:27:38
La solidarietà esiste per il Codice, è stata "sconfessata" per ben due volte dalla Cassazione, l'ultima volta a sezioni unite.

La procedura cui hai accennato potrebbe essere proposta al creditore alla luce delle sentenze citate.

Rispondi


luilaplume

Utente avanzato
47 interventi
07/06/2008 12:10:23
Tanto per seguire nel modo piu' corretto possibile il suggerimento ...

quali sono gli estremi dei due interventi della Cassazione da citare?

Grazie

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
si può parlare di diffamazione in questo caso?
allontanamento cautelare dal posto senza valide motivazioni di lavoro e denuncia di diffamazione da
offesa comunicata ad una sola persona che poi riferisce ai suoi familiari: è diffamazione?
requisiti amministratore di condominio
azione legale del condominio. come procedere e tutelarsi.
vorrei sapere se sono passibile di denuncia per diffamazione
incompatibilità amministratore
denuncia diffamazione e contratto "a voce"
querela per diffamazione - non si da dov'è finita
diffamazione,quali testimoni?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading