Discussione: Appartamento diviso ed accatastato in due unità imm. separate La tabella millesimale???

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

fragi79
Utente registrato
29/04/2008
11:49:32
Salve,

mi e' successa una cosa che al giorno d'oggi credo sia bastanza diffusa.
Avevavo un appartamento molto grande con due ingressi uno di servizio e l'altro padronale, abbiamo suddiviso il medesimo in due unità e le abbiamo accatastate separatamente.
La mia domanda è:

nei confronti del condominio attualmente la tabella millesimale risulta invariate quindi ho sempre un TOT di millesimi ed un voto in assemblea. Ma nel caso in cui decidessi di vendere uno dei due appartamenti come posso risolvere il problema ed avere la separazione dei millesimi in base ai metri quadri di ogni singolo Appartamento???
Grazie
Francesco



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10209 interventi
29/04/2008 16:14:55
In caso di frazionamento di un immobile, di norma le tabelle millesimali non cambiano.

Starà a te fare la suddivisione tra le due risultanti unità immobiliari e proporle all'amministratore.

Rispondi


fragi79

Utente semplice
1 interventi
29/04/2008 22:05:51
Io già ho effettuato una suddivisione come Lei dice, il problema consiste nel modifcare la tabella millesimale, o l'amministratore puo' prendere per buona detta suddivisione e separare il "TOT" di millesimi in questione, oppure deve per forza modificare la tabella millesimale di tutto il condominio con l'unanimità.

Mi puo' dare qualche soluzione alternativa????????

Grazie

Francesco Giannini

Rispondi


claistron

Staff
10209 interventi
30/04/2008 00:13:04
Mi sembrava di essere stato chiaro.

La tabella millesimale generale non deve essere modificata, quindi non serve una deliberazione in merito ed il consenso unanime dei partecipanti al condominio.

L'amministratore dovrà solo suddividere i millesimi esistenti della vecchia unità immobiliare per le nuove due risultanti, la somma delle nuove due dovrà riportare lo stesso valore precedente; ecco perchè la tabella generale non viene modificata.

Vi sono precise sentenze di Cassazione in merito, se le vuoi conoscere collegati qui:

http://www.overlex.com/condominio_consulenza.asp

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
orario per lavori appartamento
appartamento disabitato infestato dai piccioni
spese acqua condominiale in caso di appartamento disabitato
vendita appartamento con spazio condominiale annesso recintato da diversi anni
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
spese condominiali di un appartamento che ricade su due fabbricati
problematiche locazione appartamento
contestazione bordo zanzariere appartamento
divisione costo agenzia affitto appartamento
e dovuta la quota sostituzione motore cancello, da proprietario appartamento disabitato?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading