Discussione: Ancora sull'Indennità di occupazione post locazione MA per uso non abitativo

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

skinner
Utente registrato
21/09/2007
13:20:05
Situazione attuale: contratto locazione ad uso non abitativo (studio medico) 6+6, disdetta effettuata regolarmente entro il V anno del 2° periodo, nessun provvedimento richiesto per convalida pro futuro di licenza di finita locazione.
Problema: l'inquilino (persona corretta, ma..)non è "sloggiato" alla scadenza e mi chiede un po' di tempo per cercare un nuovo studio e portare seco l'attrezzatura professionale e m'ha proposto di stipulare e pagare (con relativa mia "ricevuta" firmata) un "canone" come indennità di occupazione il cui importo non s'è ancora discusso.
DOMANDA/E: il cd. canone per indennità d'occupazione per postlocazione ad uso non abitativo è sottoposto nel caso de quo alla stessa regola del +20% o no? E' "pericolosa" qualsiasi documentalizzazione dell'indennizzo? Ad ogni modo, è conveniente e tranquillo, ripeto: tranquillo, per me locatore accedere positivamente alla richiesta del locatario o è meglio avviare senz'altro un procedimento di convalida di licenza di sfratto? O posso cumulare le 2 cose senza che possa incorrere in qualche trappola legale o giurisprudenziale?
GRAZIE



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10191 interventi
21/09/2007 20:56:05
Il consiglio è quello di attivare immediatamente la procedura di sfratto.

Il locatario è comunque obbligato a pagare l'indennità supplementare dal giorno dopo la finita locazione, indipendentemente da un eventuale scrittura tra le parti.

(non firmare niente).



Rispondi


skinner

Utente semplice
2 interventi
22/09/2007 02:50:44
Ne deduco anche che l'importo dell'indennità segue le stesse regole dell'uso abitativo. Grazie della risposta. Però un solo ultimo punto: il deposito cauzionale devo restituirlo subito, anche a costo di un'offerta reale nel caso, credo e spero remoto, di un rifiuto?

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
22/09/2007 09:09:44
Il deposito cauzionale sarà restituito entro 10 giorni dal rilascio dell'immobile. (Cassazione)

Rispondi


skinner

Utente semplice
2 interventi
22/09/2007 10:51:58
grazie davvero di tutto: seguirò le "dritte" ma sarei contento se potrà fornire il riferimento della sentenza della cassazione, ringraziandola comunque in anticipo

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
validità contratto di locazione non prorogato.
locazione con “scalino”
documentazione tecnica copertura posto auto
amministratore con bancoposta
parcheggio in condomini: l'amministratore non può assegnare i posti
locazione immobile commerciale - buona entrata
copertura posti auto in assenza autorizzazione assemblra
valvole termostatiche dal 2016 e non ancora ricevuto riparto di spesa
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
spostamento termosifoni
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading