Discussione: Articolo 200 C.D.S. : contestazione e verbalizzazione delle violazioni amministrative al Codice dell

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
07/09/2007
02:28:34
Recentemente ho ricevuto copia di verbale di contestazione per superamento del limite di velocità rilevata con autovelox mod. 104 2/C da parte dei Carabinieri con penalizzazione di 2 punti sulla patente di guida e senza contestazione immediata.
Nel verbale ci sono, secondo me, gravi inesattezze e mancanze che potrebbero renderlo non valido, li elenco:
- non è indicata la direzione di marcia ma solo la strada ed il km di rilevamento;
- non è indicato il motivo della mancata contestazione;
- non è riportata l'omologazione dell'apparecchio ma solo il modello ed il numero di matricola;
- la copia del verbale speditami, nella parte riguardante le modalità di estinzione e l'indicazione dell'Autorità competente a ricevere eventuale ricorso risulta pressochè illeggibile;
- ultimo, ma più importante, il Km. indicato dove sarebbe avvenuta l'infrazione non ha il limite di velocità che si sarebbe superata poichè detto limite è dopo, se si procede per un verso, o annullato, se procede per l'altro verso (il verbale, ripeto, non indica la direzione) infatti viene indicato il Km. 1+500 mentre per la prima direzione il segnale è al Km. 0,900 e per l'altra direzione sempre alla stessa altezza kilometrica vi è apposto il segnale di fine limite di velocità, come dire se andavo per un verso non avevo ancora il limite di velocità e se andavo per l'altro verso il limite era annullato.
Per questo chiedo: è possibile far ricorso al prefetto senza vedermi raddoppiata la sanzione in caso di perdita? Il Giuduce di Pace indicato nel verbale è distante dalla mia residenza, per questo verrei ricorrere al Prefetto


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

CRISVER

Utente avanzato
23 interventi
15/09/2007 07:50:03
Tendenzialmente il Prefetto tende a confermare i verbali dellle forze dell'ordine.
Le inesattezze che hai citato secondo me possono essere "sanate" dal comando accertatore in sede di controdeduzioni al tuo ricorso, in particolare il chilometro e la direzione del rilievo, sebbene non risultino dal verbale, saranno senz'altro annotate nella relazione di cui all'art.385 comma1 del Reg.to di Esecuzione al cds che le forze dell'ordine dovrebbero redigere.
In genere i Giudici di Pace sono maggiormente propensi ad accogliere i rilievi circa le inesattezze formali dei verbali. Se fossi in te non ricorrerei al Prefetto.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
contestazione fattura emessa su lavori mai eseguiti
costituzione di parte civile con autentica del difensore ma senza firma della parte costituente
pignoramento quinto dello stipendio
nuovo concorso avvocatura dello stato
cessione attività e ostacolo da parte del proprietario delle mura
prevenzione causa della badante convivnte
negazione della delega. è illegale?
attività stragiudiziale dell'avvocato
concorso referendari presidenza della repubblica
procuratore dello stato
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading