Discussione: vendita immobile a favore figli

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
26/03/2007
16:01:48
una signora vedova, proprietaria di un appartamento (in aggiunta a quello ove attualmente vive), ha pensato, intanto che è ancora in vita, di venderlo alla figlia, anziche farlo cadere in successione, al fine di evitare il più possibile le varie tasse ecc.... .
Detta signora si sarebbe quindi accordata, per ora solo oralmente, con la figlia in tal senso:" ti vendo l'appartamento di mia proprietà, ma qualora un domani, per qualunque motivo, dovessi avere bisogno di denaro, tu dovrai acconsentire alla vendita dello stesso, per soddisfare questa mia necessità". Pare che attualmente la figlia sia d'accordo ma, un domani potrebbe cambiare idea.
Dubito sia possibile inserire nell'atto di compravendita, che non è ancora stato redatto, una simile clausola. Penso piuttosto che madre e figlia potrebbero redigere, a parte una scrittura privata in cui viene specificato l'impegno della figlia a vendere l'appartamento in caso di bisogno della madre
Ringrazio in anticipo chi vorrà darmi un parere.


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

marifra

Utente avanzato
20 interventi
27/03/2007 16:54:02
non sono un commercialista, ma penso che alla Vedova ed alla di lei figlia, per altro, verso convenga far cadere l'immobile in successione in quanto le tasse di successione tra prossimi congiunti (madre/figlia)sono sempre state inferiori a quelle di compravendita (non conosco quanto preveda l'ultima finanziaria in tal senso, ma a ciò potrebbe facilmente soccorrere un bravo commercialista). In tal caso la figlia risparmierebbe sulle tasse e la madre potrebbe contare su quell'immobile fino a quando il "Cielo" lo vorrà.
Se si volesse assolutamente procedere alla vendita, l'eventuale scrittura privata dovrebbe contenere innanzitutto l'impegno da parte della figlia a soccorrere alle future necessità della madre ed in tale ambito a provvedervi anche con l'immobile che le viene dalla stessa venduto. Tuttavia, poichè non si può rinunciare ad un diritto che non si ha ancora (diritto di proprietà sull'immobile) la scrittura dovrebbe essere successiva, anche solo di ore, al rogito di compravendita. Qui sorge spontanea una domanda: la figlia ottenuta la proprietà dell'immobile sarà ancora disposta a sottoscrivere la scrittura privata?

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
verifica di legittimità per richiesta cambio destinazione d'uso immobile condominiale
vendita appartamento ereditato
figli illeggittimi e diritti ereditari
responsabilità eredi per vizi immobile venduto dal de cuius
problema compravendita: richiesta di silenzio assenso in forma esplicita
tfs eredi: oltre ai figli spetta anche al coniuge separato legalmente?
pignoramento 1/5 + mantenimento figli
chi paga le spese straordinarie dopo la vendita di un appartamento?
informazioni nascita figlio
vendita di azioni bancarie
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading