Discussione: comportamento durante il preavviso delle dimissioni

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
27/11/2006
14:28:55
Sono un impiegato di 4° livello, ccnl del commercio, con contratto a tempo indeterminato, volevo sapere se durante il periodo di preavviso dal licenziamento, sono obbligato a dire tutte le informazioni che mi vengono richieste, e che conseguenze di ogni genere ci potrebbero essere nel caso in cui mi rifiutassi di rispondere oppure decidessi di dimettermi con effetto immediato.


Ringrazio fin da subito per l'attenzione,
attendo risposte al più presto, avrei una certa urgenza,
Marco


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )
Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
29/11/2006 16:31:22
Se si tratta di domande attinenti all'attività professionale/lavorativa che in qualche modo può avvantaggiare l'azienda/società sei tenuto a rispondere, altrimenti puoi negare ogni risposta.

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
23/01/2008 12:33:06
HO UN CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO E SICCOME VOGLIO CAMBIARE LAVORO SO CHE NEL CONTRATTO DEVO DARE UN MESE DI PREAVVISO
VOLEVO SAPERE COSA SUCCEDE SE NEL CASO NON POSSA ASPETTARE TUTTO IL MESE FACESSI SOLO 1 O 2 SETTIMANE?
COSA CI VADO A PERDERE?
E POI SO CHE LE DIMISSIONI SI DANNO O IL 1 O IL 15 DEL MESE! E IN CASO DIVERSO?
GRAZIE MILLE

Rispondi


avv.Fogliani

Utente avanzato
145 interventi
06/02/2008 11:06:38
La contrattazione colletiva impone al lavoratore che risolve il rapporto di lavoro senza rispettare i termini di preavviso l'obbligo di corrispondere al datore di lavoro una indennità pari all’importo della retribuzione per il periodo di mancato preavviso (al netto delle trattenute previdenziali e fiscali).
Resta ben inteso, però, che, su richiesta del dimissionario, il datore di lavoro può rinunciare al preavviso, facendo in tal caso cessare da subito il rapporto di lavoro.
Le dimissioni si possono dare in qualsiasi momento, è il periodo di preavviso che comincia a decorrere dal 1° giorno del mese successivo (se le dimissioni sono state rassegnate dopo il 15 del mese) o dal giorno 15 dello stesso mese (se le dimissioni sono rassegnate entro il 15 del mese).

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
cessione attività e ostacolo da parte del proprietario delle mura
obbligo assunzione disabili da parte delle imprese private
decreto ingiuntivo - tribunale delle imprese
eccezione di non accettazione delle domande nuove
tribunale delle imprese competenza cautelare
registro delle notizie di reato - 2 domande facili
informazione comportamento ex marito
fare il gioco delle tre carte con un eredità... :( sono fregato?
comportamento avvocato
notifica atti da parte delle poste
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading