Discussione: Usufrtutto e Proprietario

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
11/09/2006
11:18:25
Situazione:
- Una madre che acquista un appartamento, per il quale mantiene l'usufrutto e indica come proprietarie le due figlie. Il tutto naturalmente già in regola da un notaio.
Viene fatta anche un'altra scrittura, sempre dal notaio, dove si lascia la possibilità alla madre, di deciderre un giorno se vendere l'appartamento o meno, pur se solo usufruttuaria.
- 1° Domanda: questa scrittura aggiuntiva è valida?
- 2° Domanda: se una o tutte e due le figlie si oppongono, cosa succede?
- 3° Domanda: se una figlia vuole rinunciare al beneficio di proprietaria, cosa succede? Ne esce normalmente? Ha la possibilità di cedere la sua parte all'altra sorella, o ad un altro fratello? O la deve cedere necessariamente alla madre?


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9997 interventi
13/09/2006 17:34:09
Scusa Nicola, sopra ho inserito un link ad una discussione diversa, non tenerne conto.

La "scrittura aggiuntiva" non ha valore (strano che il notaio l'abbia consigliata), la madre essendo solo usufruttuaria può solo "utilizzare" il bene, non certamente "vendere" la nuda proprietà che appartiene ad altri.

Se uno degli attuali comproprietari vuole vendere la propria quota del bene deve offrire la "prelazione" agli altri proprietari nonché all'usufruttuaria.
Se non vi sarà accordo, sarà necessaria la vendita giudiziaria.

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
13/09/2006 18:54:11
Grazie per avermi risposto.
Ma cosa intendi per "deve offrire la prelazione agli altri"?


Rispondi


claistron

Staff
9997 interventi
13/09/2006 21:15:46
Se si intende vendere o cedere la propria quota della comunione sul bene, allora diventa indispensabile offrirla prima agli altri partecipanti alla comunione stessa, se gli altri non intendono acquistarla e non ci fosse altro mezzo per dividere il bene, allora si procederà con la vendita giudiziaria.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
cessione attività e ostacolo da parte del proprietario delle mura
responsabilità per scorretta informazione del proprietario in sede contrattuale
proprietario negozio mette cartello affittasi prima che sia scaduto il contratto
servitù di passaggio proprietario del fondo dominante lascia sempre apertura il cancello
comportamento inquilino/proprietario
risoluzione contratto preliminare ma comproprietario non d'accordo
proprietario risultante al catasto morto da 50 anni, attuale proprietario?
chi paga tra usufruttuario e nudo proprietario
problemi cin proprietario
usucapione. legittimazione passiva proprietario fallito
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading