Discussione: Utilizzo corrente condominiale in proprietÓ privata

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
23/07/2006
08:21:12
Buongiorno a tutti e grazie in anticipo per la vostra disponibilitÓ.

Il mio problema Ŕ il seguente, abito in un condominio di 15 appartamenti e in ogniuno dei garage (all'interno) Ŕ presente una presa elettrica che da poco ho scoperto essere collegata al contatore condominiale.

Vorrei sapere se Ŕ mio diritto poter usare una presa elettrica che il costruttore ha posto all'interno della mia proprietÓ privata oppure devo chiedere il consenso all'assemblea.

Preciso che il collaudo dell'impianto elettrico non dichiara limitazioni particolari per l'impianto della zona garage (da nessuna parte c'Ŕ scritto che la presa elettrica deve essere usata solo per certe finalitÓ o altro)

GiÓ oggi alcuni condomini usano saltuariamente aspirapolveri o compressori collegandoli a queste prese elttriche, ma chi mi garantisce che non vengano usate da altri condomini senza dire nulla?

C'Ŕ una legge che mi impedisce di usare la presa ettrica all'interno della mia proprietÓ privata a mia discrezione?

Grazie ancora per l'interessamento
Ciao a tutti



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10178 interventi
23/07/2006 09:23:33
Buongiorno Fabio

╚ una situazione assurda.
Capisco una semplice lampadina, uguale per tutti, che usa la corrente condominiale.
Nel vostro caso non si ha il semplice uso legittimo della cosa comune, l'energia elettrica non Ŕ "bene comune", qui si configura un "consumo" di una fornitura che ha un costo alla stessa stregua dell'acqua e del gas.

L'utilizzo deve essere almeno regolamentato, non hai detto quanti Kw di potenza sia installata presso il contatore che serve le prese, se fosse bassa (1 Kw) basterebbe l'utilizzo di un paio di condˇmini per far saltare tutto.

Se non regolamentato, un proprietario potrebbe collegare un frigorifero con consumo continuo, una lavatrice, un fornello, ecc.
In determinati casi si potrebbe condigurare l'appropriazione indebita e ingiustificata.

Vi consiglio di regolamentare l'utilizzo e, se non fosse possibile, di scollegare le prese lasciando eventualmente attive solo le lampadine.
L'assemblea Ŕ sovrana, indipendentemente dalla "cavolata" che ha fatto il costruttore, se lascerete le cose come stanno, non potrete mai incolpare di "furto" chiunque appofittasse del "servizio" (gratuito) installando apparecchiature a consumo continuo.

Staff

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
costruzione pergola su terrazza condominiale privata
utilizzo del c/c condominiale
richiesta dettaglio in bolletta condominiale.
parcheggio cortile condominiale
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietÓ
palo della luce in una proprietÓ privata
applicazione del concetto di decadimento della solidarietÓ condominiale
vendita 50% proprietÓ indivisa
delibera per lavori su area verde extracondominiale
anagrafica condominiale e dati affittuario
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading