Discussione: Locazione con “scalino”

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

LorenzoB
Utente registrato
24/07/2020
16:37:13
Buongiorno a tutti, nel 2015 ho affittato un piccolo appartamento con un contratto standard 4+4 che prevede un aumento di € 100 del fitto nella seconda parte del contratto (in poche parole gli ultimi quattro anni prevedono un fitto di € 700 invece che € 600).

Nel 2016, su consiglio della commercialista, ho avviato la cedolare secca (valida solo per i primi quattro anni del contratto salvo rinnovo obbligatorio).

Il problema è che nel gennaio 2019, quando l’inquilino avrebbe dovuto iniziare a versarmi € 700, lui ha continuato a versare € 600 anche se la cedolare in realtà non era stata rinnovata.

Io mi sono accorto di questa cosa solo ora.

Sono passato all’Agenzia delle entrate e mi hanno detto che il contratto per loro è “morto” a gennaio 2019 e che comunque posso tranquillamente protrarlo fino a gennaio 2023 sia con il regime standard che come cedolare secca.

Premesso che, dato i tempi, sarei disposto a confermare all’inquilino € 600, volevo sapere se, da un punto di vista legale, lui era tenuto a pagare € 700 a partire da gennaio 2019 oppure no.

In altre parole il fatto che io mi sia accorto della cosa solo ora solleva l’inquilino da ogni sua responsabilità?

Oppure, visto che sul contratto è scritto chiaramente che da gennaio 2019 il fitto passava a € 700, anche lui ha le sue responsabilità.

Grazie in anticipo



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10202 interventi
24/07/2020 19:14:54
La clausola dell'aumento dei 100 Euro appare irregolare nel contratto.

Gli aumenti ammessi in un contratto standard 4+4 (sia con cedolare secca che senza) sono quelli legati agli aumenti Istat (molto bassi di questi tempi).

In caso di contenzioso, l'affittuario potrebbe risultare vincitore, quindi poni la massima attenzione.

Al limite chiedi consiglio ad un'associazione di piccoli proprietari immobiliari della tua zona.

Leggi anche qui:

https://www.condomini.altervista.org/Affitti.htm

https://www.condomini.altervista.org/ContrattiAffitto.htm

https://www.condomini.altervista.org/AffittiCedolareSecca.htm

Rispondi


LorenzoB

Utente semplice
3 interventi
24/07/2020 19:48:40
All'agenzia delle entrate li accettano perché dovrebbero essere irregolari! C'è una legge in merito?
Io abbassai il fitto di 100 € sui primi quattro anni per venire incontro alle richieste dell'inquilino, quindi quello che andrebbe a pagare non è in realtà un aumento ma il prezzo che ho sempre chiesto per quell'immobile.
E' la prima volta che sento che sono irregolari (neanche la mia commercialista lo ha mai contestato).
L'inquilino può di sua iniziativa ignorare ciò che c'è scritto sul contratto che lui stesso ha sottoscritto?



Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
25/07/2020 12:53:28
Ti ho risposto in base a quanto hai scritto ...

"... Buongiorno a tutti, nel 2015 ho affittato un piccolo appartamento con un contratto standard 4+4 che prevede un aumento di € 100 del fitto nella seconda parte del contratto (in poche parole gli ultimi quattro anni prevedono un fitto di € 700 invece che € 600)."

Da ciò risulta che il contratto in origine era di 600€ in origine, aumentabile a 700€ negli ultimi 4 anni.

Se leggi con attenzione nei link che ti ho proposto sopra, noterai che la legge prevede aumenti, rispetto al canone iniziale, relativi solamente agli aumenti Istat.

Ribadisco che se l'inquilino avesse intenzione di contestarti l'aumento di 100€, avrebbe ottime possibilità di successo.

Non fidarti di ciò che dicono questo e quello, leggi tu stesso le norme e decidi in merito, alla fine chi verrebbe sanzionato saresti tu.

Il problema non sussisterebbe se nel contratto iniziale fosse ben specificato che il canone è di 700€, con una "precisa" riduzione di 100€ nei primi 4 anni, ma da quanto hai scritto tu, non lo si deduce.



Rispondi


LorenzoB

Utente semplice
3 interventi
25/07/2020 15:43:54
Ok grazie, me le stampo e le leggerò con calma!

Da un punto di vista legale non conta neanche il fatto che il conduttore, sempre su sua richiesta, ebbe una copia del contratto via email pochi giorni prima di firmarla? Questo non potrebbe dimostrare che lui era ben consapevole di ciò che andava firmando!

Un'ultima cosa, il contratto, proprio per l'aver fatto confusione con le date, non è ancora mai stato rinnovato. All'Agenzia delle entrate, la scorsa settimana, mi hanno detto che queste cose succedono e che posso prorogare il contratto anche ora sia come cedolare secca, ma senza aumento di € 100, oppure come regime ordinario.

Da un punto di vista legale l'attivazione all'agenzia delle entrate della proroga (cedolare o ordinaria che sia) è importante? Non vorrei che prorogando troppo di corsa finisco col darmi la zappa sui piedi definitivamente.

Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
25/07/2020 19:14:54
Devi trovare l'accordo con l'inquilino e non far partire un contenzioso che potrebbe risolversi a tuo danno.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
validità contratto di locazione non prorogato.
locazione immobile commerciale - buona entrata
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
intimazione di sfratto per morosità - locazione commerciale
clausola compromissoria in contratto di locazione.
contratti locazione non registrato
problemi di muffa e locazione
problematiche locazione appartamento
recesso anticipato locazione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading