Discussione: obblighi dell'amministrazione a fronte di un cambiamento di destinazione d'uso

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

madi2017
Utente registrato
25/02/2019
10:17:32
Egr. CLAISTRON ben trovato
un Cond˛mino trasforma la sua ampia cantinola, posta alla base dell'isolato condominiale, in autorimessa con tanto di autorizzazione del Comune e dei VVFF.
Pi¨ volte alcuni Cond˛mini hanno chiesto l'intervento dell'Amministrazione affinchÚ adegui le tabelle millesimali dopo il cambio di destinazione d'uso operato, il quale comporta un uso intensivo del cancello carraio e quindi una sua naggiore usura.
Quali sono gli obblighi dell'Amministrazione in tal caso?
Pu˛, l'Amministratore agire d'ufficio (come pretendono alcuni Cond˛mini) ed operare l'adeguamento dei coefficienti millesimali per il cambio di destinazione d'uso? Il costo delle operazioni, di adeguamento delle TM, Ŕ interamente a carico di chi ha operato il cambio?
A mio modesto giudizio, forse l'Amministratore, si doverbbe limitare a convocare un'assemblea ad hoc per il cambio delle TM, premesso che essa potrebbe anche non decidere nulla per il non raggiungimento del quorum (c'Ŕ qualcuno, infatti, non affatto ineterssato alla cosa). E' corretta quest'ultima posizione?
Sempre grato MADI



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10141 interventi
26/02/2019 11:13:16
La richiesta di variazione delle tabelle millesimali deve provenire dai condˇmini che prenderanno la decisione in assemblea, oppure ad un solo proprietario quando "pensi" che la variazione sia superiore al fatidico 20%.

Il maggior uso del cancello non comporta alcuna modifica per i condˇmini, vedi art. 1102.

Se leggi le tabelle dei coefficienti di riduzione per il calcolo delle tabelle, noterai che il coefficiente per le cantine pu˛ essere intorno a 0,45, mentre per l'autorimessa 0,50.

La variazione quindi potrebbe essere minima e non applicabile per il cambio della tabella millesimale generale.

Trovi i coefficienti e le tabelle al nostro link:

https://www.condomini.altervista.org/CoefficientiMilesim.htm

Rispondi


claistron

Staff
10141 interventi
26/02/2019 11:22:01
Leggi anche l'art. 66 attuazione del Codice civile.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
certificato destinazione urbanistica
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
fatturazione elettronica - obblighi per l'amministratore
spese condominiali a fronte di un impianto fotovoltaico non attivo
come scrivere l'autorizzazione al cambio di destinazione d'uso per gli affittuari di un locale comme
revisione tabelle millesimali per cambio di destinazione d'uso
cambio di destinazione d'uso
obblighi di un condominio con ascensore, centrale termica, ecc.
autorizzazioni sposamento contatore acqua dal sottoscala ad una nicchia sul frontestrada
comodato d'uso precario
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading