Discussione: verifica di legittimità per richiesta cambio destinazione d'uso immobile condominiale

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

paolo65
Utente registrato
11/09/2018
20:25:25
Ho un quesito per un problema condominiale (che può interessare), e spero noi ottenere un suggerimento da adottare. Il mio amministratore ha presentato all'Ufficio tecnico competente, una richiesta di cambio di destinazione d'uso di un immobile condominiale (con SCIA) e ha utilizzato denari del Condominio per pagare gli oneri concessori, diritti di segreteria e onorario tecnico incaricato (oltre € 20.000). Non è stata indetta l'assemblea costituita ai sensi dell'art. 1117 Ter C.C.. All'istanza di cambio di destinazione, è stato allegato un verbale sottoscritto dal Consiglio di Condominio che ha dato parere favorevole alla presentazione della richiesta. Ho comunicato l'anomalia all'Ufficio Tecnico del Comune interessato circostanziando il tutto per richiederne l'annullamento d'ufficio, se si ravvedeva la nullità dell'istanza per mancanza dei requisiti di legge (mancanza di delibera assembleare all'uopo indetta – obbligo dei 4/5 dei partecipanti), peraltro già segnalato mediante pec qualche giorno prima, e il funzionario mi ha risposto (con mail) che l'ufficio non è tenuto a validare la documentazione e per risolvere la pratica d'ufficio, bisogna innanzitutto attendere la sentenza di un Giudice; perciò bisogna ricorrere all'autorità giudiziaria istruendo una causa nei confronti dell'amministratore richiedente il mutamento della destinazione d'uso. Quindi, in sostanza, per tutelare i miei diritti e i diritti di altri 220 condomini ignari di tutta la vicenda, lesi da un'azione arbitraria di un'amministratore che ha evitato l'ostacolo di ottenere il benestare dell'assemblea, dovrei imbarcarmi in una causa civile nei confronti del richiedente la pratica edilizia. Mi chiedo e vi chiedo, a cosa servono gli Uffici comunali se poi non controllano la documentazione nonostante si inoltrano segnalazioni per attenzionare le criticità e se secondo voi, ci sono i presupposti per inoltrare un esposto querela alla Procura della Repubblica nei confronti dell'amministratore e dell'ufficio tecnico preposto, per evitare la causa e far rispettare la Legge. Resto in attesa, fiducioso. Grazie



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
cambio conduttore contratto di locazione
requisiti richiesta gratuito patrocinio
responsabilità eredi per vizi immobile venduto dal de cuius
problema compravendita: richiesta di silenzio assenso in forma esplicita
validità scrittura privata tra acquirente e venditore immobile
azione di riduzione dell'erede in seguito a donazione di immobile
la legittimità dell'art.85 d.p.r. 10 gennaio 1957
minore con genitori in vita e cambio stato famiglia!
custode giudiziario immobile pericolante oggetto di esecuzione
immobile su terreno altrui come procedere
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading