Discussione: Simulazione prova del pagamento

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

nick7679
Utente registrato
22/07/2017
21:22:22
Il G.I. ha emesso sentenza parziale a norma dell'art. 277 cpc comma 2. In detta sentenza ha inteso riproporre in toto la tesi dei convenuti bocciando, parimenti, la tesi dell'attrice che ben attrezzata in atto di citazione e amplificata con le memorie a termini 183 sesto comma formava un buon compendio presuntivo. I convenuti non hanno offerto prova del pagamento. Hanno declarato in propri atti che le somme furono pagate al de-cuius in contanti e con assegni qualche giorno prima del rogito. Le due compravendite impugnate per l'accertamemto della simulazione ai fini della successiva reintegra della quota di legittima lesa riguardano quote societarie di SAS. Ciò detto il G.I. in sentenza non definitiva dichiara avvenuto il pagamento poichènullpoichè le parti dei due rogiti hanno ben ricostruito le modalità dei pagamenti e addirittura una zia ha dichiarato, in interrogatorio formale, che ha visto i nipoti pagare le quote al nonno (de-cuius). Ma non solo. Il Giudice ha preso in considerazione la data sbagliata di un divorzio al quale i convenuti riconducono i motivi del secondo rogito. Mi fermo perchè la sentenza è ancora più drammatica e domando: Cosa può fare l'attore? Impugna subito o è obbligato ad attendere la sentenza definitiva? Non ha deciso sulle spese. L'unica sentenza che ha citato in motivazione è la n. 2549 del 20/10/2008 della Cassazione Civile e che non ho. Grato


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

nick7679

Utente semplice
1 interventi
23/07/2017 07:15:43
Solo una cosa volevo puntualizzare la zia oltre ad essere figlia del de-cuius è la L.R. della società della quale il de-cuius (il nonno) sta cedendo le quote ai nipoti. Laddove non dovesse bastare, e aimè, non è bastato, l'altro socio della Sas è figlio del de-cuius, papà dei nipoti e fratello del L.r. (la zia). La sentenza è la 25490 del 20/10/2008.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
esistono i requisiti per truffa ed approvazione indebita?
cambiamento cognome, in quale dei due casi la prefettura approva?
pagamento tassa rifiuti
pagamento contributo unificato causa di lavoro per più ricorrenti
pagamento parcella avvocato
spiagge a pagamento, è legale?
informazioni pagamento danni da sinistro stradale
istanza di pagamento
rogito prima del pagamento saldo case
approvazione lavori da parte dei consiglieri condominiali.
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading