Discussione: pagamento tassa rifiuti

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

carlomaze
Utente registrato
12/12/2016
04:08:25
Salve sono un ragazzo in affitto a Roma e vivo in una casa composta da due stanze singole, delle quali io ne occupo una. Recentemente l'altro coinquilino è andato via e mi sono ritrovato solo in casa. La mia domanda riguarda il pagamento delle bollette e in particolare della tassa della spazzatura dell'ama.
Premetto che ho un contratto annuale che scadrà la prossima estate, su cui in merito al pagamento delle bollette c'è scritto: "sono interamente a carico del Conduttore le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua nonchè dell'energia elettrica, del riscaldamento, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alle forniture degli altri servizi comuni, come da allegato G del decreto emanato ai sensi dell'art. 4, comma 2, della legge n. 431/98.
Le spese di conduzione, comprensive delle utenze (energia elettrica, gas, adsl, condominio), saranno quantificate in quota parte in base ai posti letto concessi in locazione e versate direttamente in contanti alla locatrice o un suo delegato.
Detto ciò, ecco come ci siamo sempre regolati con il pagamento delle bollette: nel caso in cui, come adesso, io fossi l'unica persona presente nell'appartamento, ho corrisposto alla proprietaria l'intera cifra delle bollette per quanto riguarda le utenze a consumo (es. la luce), in quanto ero l'unico artefice della spesa in bolletta, e metà delle spese per quanto riguarda i consumi fissi (es. il condominio), io pago la mia parte e basta.
Ora è arrivata la tassa sui rifiuti dell'ama, che non è chiaramente una tassa a consumo, dunque ho creduto di doverla pagare solo a metà. Invece la proprietaria mi scrive le seguenti cose: Ho verificato la normativa sulla Tariffa Rifiuti che prevede il pagamento della tassa da parte di chi possiede o detiene l'immobile. Se sono più soggetti questa va pagata da tutti solidalmente, se è un solo soggetto è interamente a carico di questo; in quanto possiede l'immobile.
alla mia richiesta di sapere a quale normativa facesse riferimento, mi è stato risposto che la normativa di riferimento è quella sulla Tares.
La mia domanda dunque è: devo pagare per intero questa bolletta, o devo dividerla a metà con l'ipotetico coinquilino (per ora assente), come ho sempre fatto? Si tenga conto del fatto che ho bisogno di una risposta esaustiva, in quanto se avessi ragione dovrei spiegargli le mie motivazioni per evitare di pagare per intero. Grazie mille anticipatamente.



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
problema centro di fisioterapia convenzionato paziente esente da pagamento
pagamento parcella avvocato
simulazione prova del pagamento
contestare verbale per abbandono rifiuti
pagamento contributo unificato causa di lavoro per più ricorrenti
pagamento parcella avvocato
spiagge a pagamento, è legale?
accordo transattivo, tassazione
informazioni pagamento danni da sinistro stradale
istanza di pagamento
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading