Discussione: Agibilità: Legge Regionale VS D. Ministeriale

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

paradox
Utente registrato
04/03/2015
12:59:28
Salve, vi sottopongo il seguente caso:

Proprietario di appartamento accatastato in cat A2, privo del certificato di abitabilità. Il cespite è un ex C2 cui è stata mutata la destinazione d’uso a seguito della legge sul recupero dei sottotetti (L.R.13/2009.)

L’immobile è riportato nel certificato di abitabilità dello stabile (1964) come “soffitta abitabile – USO VARIO”.

Ora, per poterlo abitare immagino che si dovrebbe richiedere la modifica da “soffitta abitabile” ad “abitazione agibile”.

L’altezza del cespite è di 225 cm. Il D. M del 1975 stabilisce che l’altezza minima per l’emissione del certificato di agibilità è 270 cm.

Però c’è il seguente parere della Regione Lazio che sembra contraddire ciò:

http://www.regione.lazio.it/rl_urbanist ... io&id=1650
http://www.regione.lazio.it/rl_urbanistica/?vw=pareriDettaglio&id=1650

si legge:

"In particolare la L.r. 13/2009 prevede valori dell'altezza media interna (art. 3, comma I, lett. b) e del rapporto aeroilluminante (art. 3, comma I, lett. c) inferiori a quelli previsti dal d.m. 5 luglio 1975. In merito a tali aspetti deve ritenersi chela diversa disciplina stabilita dalla legge regionale prevalga su quella difforme contenuta nel d.m. 5 luglio 1975"


Conta il rango della Norma (Legge - seppure regionale Vs DM) o l'ente che legifera?

Se la richiesta di agibilità fosse rifiutata, ci sarebbe modo di impugnare tale decisione e chiederne la modifica esibendo il parere della Regione Lazio?

Ultima cosa: se un’abitazione accatastata in cat. “A” priva del certificato di agibilità viene comunque utilizzata , è prevista – a seguito di un’ispezione dei vigili- una sanzione o c’è da attendersi una ordinanza di sgombero?

Grazie a chi vorrà rispondere



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
04/03/2015 15:10:36
Tu stesso hai parlato di "altezza media", mentre l'unità immobiliare in oggetto risulta con un'altezza fissa non superiore a 225: assolutamente "non abitabile" (non agibile).

Ricorda che i "pareri" non sono dispositivi di legge.

Se il locale non deve essere successivamente venduto o affittato, lo si può certamente utilizzare senza chiedere alcun certificato (se non vi sono delatori ...)

In caso di sopralluogo comunale, è prevista sia la sanzione, sia l'intimazione al divieto di uso residenziale.

Potresti tergiversare ancora per qualche tempo, fra poco vi sarà la rivoluzione catastale in Italia; è prevista anche un'autocertificazione dei proprietari.
Insomma cambierà tutto.







Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
su minaccia di revoca giudiziale un amministratore si fa rieleggere immediatamente
ampliamento autorizzato dall'assemblea con ex legge "piano casa"
legge di bilancio 2017 - versamento r/a
delibera regionale modificata da delibera comunale
delibera in contrasto con decreto legge ... nulla o annullabile ?
legge 78/2010 e dissociazione dalle spese
materiale di risulta non smaltito a norma di legge
corsi online per amministratori di condominio riconosciuti dalla legge
modifiche alla legge 220/2012.
legge 220. quando si deve rispettare?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading