Discussione: adeguamento istat canone affitto

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
28/04/2006
14:13:18
buon giorno a tutti!
dovendo procedere al rinnovo annuale del contratto di affitto stipulato lo scorso maggio 2005, mi sono informata sull'indice ISTAT da applicare, ma mi risulta come ultima pubblicazione quella del 21/04/2006 e relativa al Marzo 2006 (2,10=1,575 il 75%).
E' quella la percentuale che devo applicare anche per poter effettuare correttamente il versamento del 2% di imposta di registro, o mi conviene aspettare nuove pubblicazioni? così facendo però non posso comunicare il nuovo canone e quindi il pagamento slitta.
Mi potete aiutare?
Grazie infinite.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10245 interventi
28/04/2006 16:39:02
Buongiorno Fiorisa

Salvo diverso accordo stipulato tra le parti, in attuazione della L. 9 Dicembre 1998 n. 431 e del D.M. 30 Dicembre 2002 del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, il canone di locazione, come definito dalle parti contraenti in applicazione dell'accordo tra fra le organizzazioni della proprietà e i sindacati degli inquilini, è aggiornato automaticamente ogni anno in misura pari al 75% della variazione dei prezzi al consumo per operai e impiegati, come accertata dall’Istat assumendo quale base l’indice del secondo mese antecedente la data di decorrenza del contratto.

Ritengo che il mese di Marzo che hai preso in considerazione sia esatto.

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
11/05/2006 15:52:53
Salve,
mi accodo alla richiesta per chiedere come dovrebbe comportarsi un inquilino nel caso in cui il locatore non comunichi, dopo un anno dalla stipula, alcuna variazione del canone mensile di un regolare contratto di affitto 4+4, ovvero non tenga conto dell'adeguamento ISTAT. Se non erro dovrebbe essere inviata lettera raccomandata di richiesta di variazione.
Inoltre, e' corretto che l'imposta di registro va ripartita in parti uguali tra locatore e conduttore?

Grazie mille,
stefano

Rispondi


claistron

Staff
10245 interventi
11/05/2006 22:03:22
Buongiorno Stefano

L'aumento parte dal mese successivo a quello della richiesta da parte del locatore, così era riportato dalla vecchia legge sull'equo canone.

Quello che conta ormai è il contratto stipulato tra le parti e ora lo si ripoerta direttamente nel contratto stesso, di solito si scrive questa clausola: "la variazione viene applicata ogni anno senza necessità di comunicazione scritta".

Quindi l'inquilino dovrà pagare ogni anno l'aumento (o diminuzione.... mai!) senza necessità di intervento del locatore.

Leggi cosa riporta il tuo contratto.

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
10/01/2007 17:37:45
Proseguo questa discussione per una ulteriore domanda.

Contratto del GIUGNO 2005.
A giugno 2006 non abbiamo applicato l'aumento contrattualmente previsto su richiesta del locatore (nel caso lo avessimo fatto, avremmmo dovuto utilizzare l'indicatore relativo al MAGGIO 2006, da quel che leggo).

E' possibile applicarlo a partire dal mese prossimo?

Se sì, è necessario fare riferimento al mese di MAGGIO 2006, comunque?
Oppure a quale mensilità?

Grazie!

Antonio

Rispondi


claistron

Staff
10245 interventi
10/01/2007 18:50:51
Lo puoi applicare in qualsiasi momento.

Ma l'aumento per le mensilità trascorse non lo puoi più chiedere.

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
12/01/2007 09:23:48
Ti ringrazio della risposta.
Mi è chiaro che non posso chiedere l'aumento delle mensilità trascorse.

Non riesco a capire però a quale mese fare riferimento per l'indice ISTAT.

Mi spiego meglio!

contratto del 7/2005
avrei potuto chiedere l'aumento dal 7/2006 utilizzando come indice dell'aumento il valore ISTAT del 5/2006 (ovvero il 75% di 2,2%) ma non l'ho fatto.
volendo procedere oggi alla richiesta, posso fare riferimento a quell'indice, ovvero richiedere un aumento a partire dalla mensilità di febbraio 2007 pari al 75% del 2,2%?
Se non è così, all'indice di quale mese devo fare riferimento?

Tante grazie!

Antonio

Rispondi


claistron

Staff
10245 interventi
12/01/2007 10:18:44
Interpretando correttamente la legge potrai applicare l'aumento a partire dal mese successivo alla comunicazione prendendo come base la variazione Istat del 5/2006.
(Dalla lettura dei dati non cambia niente ai fini della quantificazione dell'aumento .... sempre 2,2% rimane)

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
12/01/2007 11:52:38
Perfetto! :-)

Ancora grazie!

Antonio

Rispondi

Pagina: Successiva »»

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
taglio giardino condominiale e adeguamento garages
addebito spese condominiali su immobile acquistato all'asta
canone affitto negozio commerciale.
recesso contratto affitto prima dei 6 mesi di preavviso
affitto locale commerciale.
divisione costo agenzia affitto appartamento
lavori adeguamento centrale termica e certificato prevenzione incendi
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading