Discussione: ulteriori spese straordinarie ingenti appena dopo aver deliberato altre spese straordinarie urgenti

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

_chicca
Utente registrato
20/03/2014
21:18:45
Salve, scrivo per capire se una maggioranza di millesimi costituita da pochi condomini può deliberare regolarmente e ripetutamente spese straordinarie ingenti. Vi spisego la situazione. La facciata del nostro condominio era fatta da mattoncini; se ne sono staccati un paio e abbiamo dovuto farli tirare via tutti (con una spese ingente); è stato poi deliberato dall'assemblea (maggioranza dei millesimi detenuta dai 3 consiglieri) di rifare la facciata sempre con i mattoncini e scegliendo il preventivo più alto (costo circa 10-15.000 € a famiglia). Ora i consiglieri si sono ritrovati con l'amministratore e indiranno un'assemblea straordinaria per proporre di aggiungere i costi di riparazione del tetto (che è nelle stesse condizioni da anni) per approfittare del fatto che ci sono già le impalcature (stima costi 5-7000€ in più a famiglia); poichè loro hanno la maggioranza dei millesimi la votazione andrà a loro benificio. Esiste un modo per limitare questo potere assoluto detenuto da 3 condomini e vincolato al loro detenere la maggioranza? Soprattutto, essendo appena state deliberate delle spese straordinarie ingenti ci si può rifiutare di sostenerne altre o richiederne almeno una posticipazione? o siamo davvero vincolati a spendere qualsiasi cifra questi 3 decidano di spendere (tra le altre cose, per ogni lavoro che viene fatto paghiamo molto più del prezzo normale di mercato: esempio: per mettere 15 metri di passatoia rossa abbiamo speso più di 1250€, e loro presentano sempre i preventivi e votano sempre quello più caro, e avendo la maggioranza dei millesimi vincono)?

Ringrazio fin d'ora chi potesse consigliarmi



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

madi

Utente avanzato
68 interventi
21/03/2014 09:21:02
Consentimi una osservazione. Leggo ripetutamente la parola "millesimi" e quindi mi sovviene ricordare che l'esercizio condominiale, attraverso le assemblee, è quanto di più democratico si sia potuto pensare. Infatti per le decisioni, specie quelle a carattere straordinario, viene richiesta la doppia maggioranza (millesimi + intervenuti), per cui non ci dovrebbe mai essere un monopolio di decisioni. Insomma nel Tuo caso i consiglieri dovrebbero rappresentare almeno 500/1000 e LA MAGGIORANZA DEGLI INTERVENUTI (art. 1136 c.c. II comma). Se non si verifica la doppia maggioranza l'assemblea non può deliberare in favore di lavori straordinari. Se, al contrario, qualcuno decidesse, a fronte della sola maggioranza dei millesimi ( e non anche dei presenti) la delibera è da ritenersi NULLA e quindi per il ricorso non vi sono termini di tempo.
Cordialità MADI

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
21/03/2014 09:28:02
Purtroppo nel condominio vince la "maggioranza".

Ritengo inoltre che i lavori da te citati non possano essere definiti "innovazioni gravose o voluttuarie" come recita il Codice, in quanto si può facilmente dimostrare che i lavori in oggetto sono "necessari" per la salvaguardia delle cose e delle persone nel condominio.

Tentare di impugnare simile deliberazione potrebbe vederti soccombente e costarti cara in termini finanziari (lite temeraria).

Se non hai subito i fondi necessari, potresti sempre fare un mutuo per ristrutturazione, così avresti la possibilità di detrarre il 50% della spesa e ulteriormente detrarre anche gli interessi passivi del mutuo, pensaci, risparmieresti un sacco di soldi.

Se vuoi documentazione sui tuoi diritti:

http://www.condomini.altervista.org/

Rispondi


madi

Utente avanzato
68 interventi
22/03/2014 09:42:09
Egr.CLAISTRON fermo restando il Tuo puntuale e preciso consiglio a CHICCA (sul quale La invito a riflettere), perdonami se intravedo qualcosa a me poco chiara e di cui (Ti prego di scusarmi)Ti chiedo lumi.
Può una delibera (probabilmente) NULLA per mancanza (secondo me) della doppia maggioranza essere giudicata comunque idonea ad affrontare i lavori di cui parla CHICCA?
Vorrei essere chiaro. Sicuramente è giusto affrontare il discorso dei lavori straordinari così come posto; ma a fronte, secondo me, di una delibera che abbia tutti i canoni di idoneità.
Cordialità e gratitudine MADI

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
22/03/2014 19:59:37
Quanto sopra esposto, presumendo che le deliberazioni descritte siano comunque state assunte con le maggioranze previste, sia in termini numerici, sia in termini millesimali.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
amministratore dimissionario - attività straordinarie
riparto spese per assicurazione fabbricato
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
ripartizione spese intervento tetto condominiale
tinteggiatura facciate spese straordinarie
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading