Discussione: interpretazione testamento

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

scooby44
Utente registrato
04/04/2013
18:50:08
simona non ha marito ne figli ma solo fratelli (con relativi figli).
Simona muore e lascia un testamento dove dice che una proprietà va al nipote 1 e un'altra al nipote 2.Poi dice che un'altra proprietà va venduta (senza indicare a chi vanno i soldi).
Domanda:
a chi va la terza proprietà?sembrerebbe scontato dire ai fratelli ma vorrei far notare che costoro
-non sono stati menzionati nel testamento
-essendo dei collaterali non hanno diritto a pretendere la quota legittima
-la maggior parte dell'asse ereditario è costituita dalle proprietà date ai 2 nipoti,facendo così simona non ha implicitamente nominato i 2 nipoti come suoi unici eredi?
Grazie a chi mi risponderà!


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

lenza84

Utente avanzato
10 interventi
10/04/2013 15:03:00
Salve,
intanto procediamo con ordine:
- con riferimento alla disposizione testamentaria di vendita dell'altra proprietà, a me sembra, personalmente, nulla per indeterminatezza dell'oggetto e del beneficiario, sia che la si configuri come onere (a carico di chi, poi, questo sarebbe da vedere) sia che la si configuri con legato di contratto. Non è determinato, infatti, nè il soggetto beneficiario della disposizione (legatario o onorato a seconda di come la si qualifichi), nè tantomeno il contenuto del contratto di vendita (in particolare manca la determinazione del prezzo).
- se consideriamo, come detto, la disposizione testamentaria anzidetta nulla, dobbiamo ritenere che l'ulteriore proprietà rientri nell'asse ereditario. Proseguendo, i due lasciti in favore dei nipoti, avendo ad oggetto beni (rectius: diritti su beni) determinati, secondo la regola generale, dovrebbero interpretarsi come legati. Se, come prima facie dovrebbe sostenersi, si tratta di legati, l'ulteriore proprietà rientra nell'asse ereditario (unitamente agli ulteriori beni) e pertanto è destinata ad esser acquistata (sempre unitamente agli altri beni) dagli eredi legittimi (in mancanza di altro testamento) che, nel caso di specie, sono i fratelli, in parti uguali (se mi confermi l'assenza di coniuge, figli e ascendenti). E' irrilevante che i fratelli non siano legittimari e che non siano stati chiamati per testamento. In questa ipotesi, ben può sostenersi che il testatore abbia inteso disporre di due legati in favore dei nipoti ex fratre (che altrimenti non sarebbero stati chiamati per legge), per il resto rimettendosi a quanto disposto dal legislatore in tema di successione legittima.
- quanto alla domanda se i nipoti possano essere considerati eredi, posto che gran parte dell'asse ereditario è composto dai due beni immobili ad essi assegnati, non è escluso che possa arrivarsi ad interpretare le due disposizioni in favore dei nipoti in tal senso, ai sensi dell'art. 588 c. 2 cod. civ. (c.d. institutio ex re certa). E' tutto da dimostrare, però, che il testatore abbia inteso assegnare quei singoli beni considerandoli come quote del complessivo patrimonio. Peraltro mi preme sottolineare che, anche nel caso in cui i nipoti fossero considerati eredi, è tutt'altro che pacifica la questione se il residuo patrimonio di cui il testatore non abbia disposto vada agli eredi istituiti in re certa (ossia in beni determinati) o, piuttosto, agli eredi legittimi (nel caso di specie i fratelli).
Ti saluto e spero di essere stato sufficientemente chiaro.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
esatta interpretazione spese liquidate in sentenza
successione con testamento ed ex moglie
dubbi su testamento olografo
validita' testamento olografo
testamento olografo di bene cointestato
tempi per impugnare testamento e donazioni
alienazione di un bene indicato nel testamento: i proventi a chi vanno?
eredità casa con testamento e mancata accettazione
testamento olografo e successione
testamento in ostaggio!
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading