Discussione: adeguamento ISTAT con contratto non registrato

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

ragnetti
Utente registrato
17/10/2012
20:38:58
Innanzi tutto salve a tutti. Questo è il mio primo post e ci tengo a presentarmi almeno con la dovuta educazione. Sono un profano dell'universo legislativo, e avrò quindi il piglio di chi, da ignorante, chiede aiuto a chi sicuramente ne sa più di lui. Sono da un anno conducente di un appartamento preso in affitto con una scrittura privata. In che senso: il contratto c'è, scritto secondo la formula dei noti contratti a canone libero (4+4), e firmato da entrambe le parti. Il contratto quindi prevede l'adeguaento ISTAT. "E quindi il problema dov'è?" Il problema è che il contratto non è mai stato registrato per volontà del locatore, che proprio non è ha la benchè minima intenzione, e che oggi ad un anno da quella stipula si presenta con svizzera puntualità a pretendere l'adeguamento del canone. Cosa devo fare?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10214 interventi
18/10/2012 12:02:38
Dovresti sapere bene che un contratto non registrato è un contratto "nullo", cioè "non esiste".

Se è tua convenienza registrarlo, lo puoi fare tu stesso, pagando la relativa imposta, il locatore dovrà da quel momento pagare le imposte relative al canone percepito.

Ti conviene?

Essendo il vostro contratto "inesistente", sappi che il locatore può tentare di sbatterti fuori in qualsiasi momento.

Le nuove norme però impongono che in caso di controversia tra il locatore e affittuario per un contratto non registrato, l'affittuario ha il diritto di far partire un nuovo contratto da quel giorno (4+4) al canone tipico della tua zona, diminuito del paramentro imposto dalla nuova norma.

Stai certo però che già dalla prima scadenza il proprietatio non ti accetterebbe più nella sua proprietà.

Vedi tu la tua personale convenienza.

Il riferimento è l’art. 1 il comma 346 della legge 30 dicembre 2004, n. 311 che dice: “I contratti di locazione, o che comunque costituiscono diritti relativi di godimento, di unità immobiliari ovvero di loro porzioni, comunque stipulati, sono nulli se, ricorrendone i presupposti, non sono registrati”.

Rispondi


ragnetti

Utente semplice
2 interventi
19/10/2012 08:41:22
Grazie Claistron, hai risposto con discreta esaustività al mio quesito: se il contratto è inesistente, inesistenti sono anche gli oneri che ne deriverebbero. Nel mio caso però c'è da considerare che sono difronte ad un doppio ricatto, perchè lo stesso locatario non vuole la registrazione del contratto. Il torto per lui lo farei anche registrando io il contratto. Pretende che io adempia ai miei doveri di conducente quale io sono in effetti, ma senza che lui debba ottemperare ai suoi obblighi di locatario in regola quale lui non è.

L'idea che lui possa tentare di sbattermi fuori casa (ora mi leggo bene il riferimento che mi hai indicato) ovviamente non mi va tanto giù. Il fatto che io ho modo di dimostrare l'evidenza che nostro rapporto di locatore-conducente è in atto, con pagamento del canone tramite bonifici, e bollette pagate a mio nome spero abbia qualche valore contro la sua totale mancanza di pagamento delle tasse su questa sua rendita.
Se così non fosse allora chiunque potrebbe avere una rendita in nero da un appartamento e fare quello che vuole senza dover rispettare la persona che gli fornisce la rendita. Un po' troppo in stile mafioso come atteggiamento non trovi?

Grazie ancora.

Rispondi


claistron

Staff
10214 interventi
19/10/2012 09:11:56
Te l'ho già accennato sopra ....

La legge ti protegge, visto che hai nelle mani pezze giustificative (bonifici di pagamento), puoi benissimo fare ricorso.

In base alle nuove norme avrai diritto a far partire ex novo un nuovo contratto 4+4 ad un canone notevolmente più basso dell'attuale.

Ripeto, ti conviene?

Sicuramente il locatore dovrà pagare le imposte evase negli anni di locazione e le registrazioni mancate (queste però sono in "solido" con l'affittuario).

Renditi conto che simile controversia con il proprietario ti porterà sicuramente a ricevere notifica di fine locazione a partire peroprio dal 4 anno in virtù delle norme che permettono di chiudere la locazione quando l'unità immobiliare diventi necessaria al proprietario o ad un familiare.
Stai tranquillo che troverà certamente il modo di approfittarne.

Alla luce dei nuovi carichi sugli immobili in capo ai proprietari (vedi IMU) appare scontato che si cerchi di salvaguardarsi; a questo proposito ti consiglio di addivenire ad un accordo bonario con il locatore, cercando di limitare al massimo l'incremento Istat richiesto annualmente.

Rispondi


ragnetti

Utente semplice
2 interventi
19/10/2012 19:55:28
Grazie mille.
Ora ho sicuramente le idee più chiare e posso presentarmi preparato alla soluzione dei miei problemi.
Cercherò, con gli strumenti da te forniti le migliori argomentazioni per un accordo con il locatario che soddisfi entrambi.
Cordiali saluti.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
validità contratto di locazione non prorogato.
responsabilità amm. su stipula contratto di appalto
registrazione contratto di comodato?
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
amministratore senza contratto
contratto pluriennale manutenzione ascensore
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading