Discussione: regolamento di condominio

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

claudiomex
Utente registrato
12/04/2012
22:08:06
Buonasera a tutti, scrivo in merito ad una questione che mi sta accadendo ultimamente;
sono un progettista di di interni e con un mio collaboratore, architetto regolarmente iscritto all'albo, stiamo aprendo un attività di enoteca con annessa licenza di somministrazione ottenuta tramite punteggi come richiesti dal decreto Bersani, ma a a quanto pare riscontriamo alcune difficoltà perchè l'amm.re di condominio non vorrebbe che si apra un locale del genere poichè vietato dal regolamento condominiale.(parliamo della zona di Roma XX municipio)Per farvi capire di cosa sto parlando riporto quanto descritto dal suddetto: "p.to b: "i locali costituenti il fabbricato non potranno esser destinati per usi rumorosi, insalubri, emananti esalazioni sgradevoli e nocive o per attività notturne.Non potranno inoltre essere destinati ad ambulatori, sanatori, gabinetti per la cura di malattie infettive e contagiose, sale da ballo e comunque a qualsiasi destinazione che possa offendere il decoro, la morale ed il buon costume".
Ammesso che tutto si sta svolgendo secondo normative molto restrittive, tipo insonorizzazione del locale e degli impianti abbattimento delle barriere architettoniche e quant'altro, ciò da cui sono rimasto sconvolto è che nello stesso fabbricato accanto alla proprietà della committenza vi è un bar che somministra alcolici e cibi freddi fino alle due di notte.
Chiedendo quindi spiegazioni all'amm.re di condominio ci è stato così risposto:"...quello è un caso a parte" ! Scusate se sono stato prolisso ma ci tenevo a spiegarVi bene la situazione, la mia domanda dunque è questa: le regole di condominio sono uguali per tutti o a qualcuno può essere concessa qualche deroga?.
Spero di avere delle delucidazioni.

Cordialmente
Claudio



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10144 interventi
12/04/2012 23:38:11
Dovete indicare se sarete proprietari o affittuari nell'immobile in oggetto.

Rispondi


claudiomex

Utente semplice
1 interventi
14/04/2012 13:45:55
la committenza è affittuaria.

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
15/04/2012 19:22:01
Come supponevo!

In questo caso il contrasto deve essere risolto tra l'affittuario e il proprietario.

Il proprietario infatti non può stipulare un contratto di affitto commerciale se i locali in oggetto non rispondono alla normativa locale o condominiale.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
revoca mandato delegati super-condominio
tredicesima all'amministratore di condominio
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
numero minimo di ui per definire un super-condominio
un condomino può farsi assistere nella riunione di condominio dal suo avvocato?
condominio senza amministratore ad insaputa dei condòmini
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
decreto ingiuntivo al condominio: è obbligatorio indicare il codice fiscale?
amministratore di condominio e proprietario di maggioranza
"catturato" da un nuovo condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading