Discussione: Muro sul confine art. 887 c.c.

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Pede
Utente registrato
25/12/2011
17:58:59
Buongiorno a tutti,
Ho acquistato 10 anni fa un terreno confinante con un altro a livello inferiore di circa 2-3m. il muro a secco di sostegno e confine presentava già allora due frane che non sono mai state ripristinate perchè entrambi i terreni erano incolti e poco ci interessava. Ora il proprietario confinante ha ristrutturato ed ampliato un rustico adiacente eseguendo uno sbancamento rasentando il confine (lasciando una scarpata unica)ed asportando anche il materiale del muro crollato. Il problema è che detto proprietario ha proposto di farsi il muro per ripristinare il livello e appellandosi all'art.887 chiede che mi faccia carico della costruzione del restante muro pretendendo che sia in cemento armato. Leggendo alcune sentenze per casi analoghi, mi sembra che non si debba applicare l'art.887 perchè il proprietario del terreno inferiore ha provocato un aumento di dislivello artificiale tramite lo sbancamento. Inoltre mi ha portato via le pietre del muro crollato. Una parte (7m) di muro a secco è ancora integra, una seconda parte (altri 7m) è sicuramente a mio carico perchè non è stato variato il profilo del terreno sottostante, ma l'ultima parte (8m) è interessata dallo scavo e mi sembra che dovrebbe essere per intero a carico del vicino. Il muro originale è a secco, mi possono obbligare a costruirlo in cemento? Inoltre mi chiede lo studio e la realizzazione delle opere per la regimentazione delle acque piovane. E' campagna, è sempre stato così! Lo devo fare?
Gradirei conoscere il vostro parere.
Grazie




Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
pignoramento presso terzi e notifica ex art. 143 cpc su differente unep
caduta ramo del comune responsabilità ex 2043 c.c. o 2051 c.c.?
condanna alle spese di giudizio ex art. 152 disp. att. c.p.c.
la legittimità dell'art.85 d.p.r. 10 gennaio 1957
possibile azione revocatoria ex art. 2901?
scrittura privata prestito gratuito tra privati ex 1813 c.c.
art. 913 e art. 908 problema
ricorso ex art. 148 c.c. riconoscimento mantenimento figlio naturale
sospensione termini misure cautelari per deposito sentenza ai sensi dell'art. 304 lett. c del c.p.p.
misure di prevenzione art. 4 159/2011
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading