Discussione: ripartizione quote fisse acqua potabile

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

siganderson76
Utente registrato
10/12/2011
16:48:16
Salve,
abito in una palazzina con 2 appartamenti e un grosso box, il quale ha anche un bagno.
Io mi occupo di fare la ripartizione della bolletta dell'acqua, sulla quale abbiamo 3 impegnative e tutti e 3 possediamo i contatori frazionari.
Nella mia ripartizione le quote fisse di acqua fogna le ripartisco in parti uguali fra i 3 condomini, solo che il proprietario del box si è lamentato dicendo che lui non consuma nulla e quindi vorrebbe pagare una quota fissa inferiore a noi, come gli succede in un altro box di sua proprietà dove chi fa i conti dell'acqua gli fa pagare solo mezza quota fissa all'anno.
La cosa mi è parsa strana considerando che, da quello che so, la logica vorrebbe che una persona che ha un allaccio idrico con fognatura o lo utilizza o no il canone fisso lo deve pagare per intero.
Fermo restando che in 3 possiamo decidere quello che vogliamo, la regola o la prassi cosa dice? cioè come è più corretto fare, considerando che comunque noi 2 degli appartamenti siamo anche agevolati dalla presenza di una terza impegnativa che ci consente di avere altri 200 litri al giorno a tariffa agevolata.
Grazie a tutti, specie a claistron.
saluti



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9252 interventi
10/12/2011 20:47:45
Sai bene che ne ho parlato centinaia di volte nel forum.

Ogni tipologia di ripartizione è sempre iniqua: in parti uguali, in base al numero dei residenti, in base ai millesimi, ecc.

L'unica ripartizione prevista dalla legge è quella della lettura dei relativi contatori, insomma, devono essere messi anche nei garage se vi è l'allaccio dell'acqua.

Al "solito" link trovi la legge in merito:

http://www.condomini.altervista.org/ContatoriAcqua.htm

http://www.condomini.altervista.org/AcquaRipartizione.htm

Rispondi


siganderson76

Utente avanzato
6 interventi
11/12/2011 11:00:48
salve claistron,
grazie per la risposta.
Avevo già letto questi link ma non rispondevano alla mia domanda.
Nel mio caso tutte e 3 le unità abitative hanno i contatori, infatti il consumo io lo ripartisco in base alle letture tranquillamente.
Il problema sono le quote fisse per ogni impegnativo contrattuale, perchè se l'unica ripartizione prevista dalla legge è quella sulle letture frazionarie a questo punto il tizio del garage che non consuma nulla non dovrebbe pagare nulla, neanche la quota fissa, nonostante abbia l'allaccio dell'acqua e fogna. Questo non mi sembra giusto, non credi?
Tra l'altro la norma del 1996 prevede pure che il gestore debba offrire procedure standardizzate per il riparto tra le sottoutenze, ma l'acquedotto pugliese non ne vuole sapere.
Che ne pensi?
saluti
Umberto


Rispondi


claistron

Staff
9252 interventi
12/12/2011 14:52:38
La quota fissa dovrebbe essere attribuita ad ogni unità immobiliare senza aumentarla per ogni pertinenza di quest'ultima: garage, cantine, balconi, ecc.

Il gestore, se ne tiene conto, attribuisce l'eventuale quota fissa solo per ogni unità immobiliare.

Regolati di conseguenza.

Rispondi


siganderson76

Utente avanzato
6 interventi
12/12/2011 18:09:10
In questo caso il tizio proprietario del garage abita in un altro posto, quindi dovrei considerare il garage che ha un allaccio acqua e fogna con contatore frazionario, alla stregua di un'unità immobiliare, considerando che comunque il gestore attribuisce allo stesso un impegnativo contrattuale.
In conclusione, se non ho capito male, costui dovrebbe pagare la quota fissa per intero e non in parte come chiederebbe, oppure dovrei chiedere al gestore se fosse possibile togliere un impegnativo dal contratto, così ne resterebbero solo 2 per gli appartamenti.

Rispondi


claistron

Staff
9252 interventi
12/12/2011 20:38:52
Ripeto ........

Il contatore del garage dovrà essere letto per calcolare il consumo.

La quota fissa non deve essere attribuita al garage se pertinenza facente parte di un'unità immobiliare nel condominio.

Sarà invece obbligato a pagare la quota fissa se si tratta di un'unità immobiliare a se stante.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
danni da infiltrazione d'acqua piovana
e' possibile ricevere quote di una società e non partecipare alle eventuali perdite della società?
ripartizione spesa grondaie solo tra chi ne trae utilità
avviso di pagamento quote e/lavori deliberati
ristrutturazione e quote condominiali
ripartizione spese individuali in condominio
ripartizione spese per acquisto addolcitori per il condominio
atp ripartizione spese
ripartizione spese terrazzo
asta giudiziaria - tempistiche ripartizione somme
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading