Discussione: Risarcimento danni morali

Torna al forum: "discussioni" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

paoletta8257
Utente registrato
04/06/2011
12:05:12
Salve sono una neomamma, il mio bambino ha compiuto 8 mesi pochi giorni fa, sono in causa contro il padre naturale per il riconoscimento del bambino, la mia domanda è questa: Il padre del mio bambino saputo della gravidanza mi ha detto di abortire, poi è sparito per un pò di tempo fino a ripresentarsi da me un paio di mesi dopo, dimostrandosi pentito e chiedendomi perdono, durante questo periodo, c'erano discussione soprattutto tramite sms e email che sono ancora in mio possesso, dove mi minacciava e mi insultava continuamente ogni qualvolta io cercavo di contraddirlo o cercavo di ribellarmi alla sue decisioni, lui non voleva riconoscere il bambino ma allo stesso tempo voleva avere il diritto di vederlo e per questo mi scriveva e mi diceva a voce cattiverie ed insulti di ogni genere, persino minacce scritte ed insulti a me e a mio figlio. Inoltre negli ultimi 2 mesi di gravidanza sono stata tartassata di email da una sua presunta fidanzata segreta che mi diceva cose assurde su di lui, tutto questo senza che lui facesse mai nulla per intervenire. Alla fine di tutto io e il mio bambino avevamo problemi cardiaci, con exstrasistole al cuore e sbalzi di pressione, per questo ho dovuto subire anche un taglio cesareo prima del termine della gravidanza. Durante il ricovero in ospedale e subito dopo ho dovuto subire altri insulti e minacce per sms.Tutto questo per poi scoprire la gravidanza di un'altra donna che ora vive con lui. Ora volevo sapere se posso agire contro di lui per danni morali, cosa devo fare? cioè come agire e i termine per farlo? grazie.


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

ladottrinanoneacqua

Utente avanzato
10 interventi
01/07/2011 17:25:31
rivolgiti ad un legale. in primisi non puoi agire personalmente in secundis i termini per il risarcimento sono 5 anni dalla commissione del fatto che a norma dell'art 2056 c.c. sarà valutato dal giudice in modo equitativo tenendo conto delle circostanze del caso

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
errore medico e malasanita' risarcimento del danno
un risarcimento è possibile?
prescrizione del diritto al risarcimento del danno da responsabilità medica.
prescrizione del diritto al risarcimento del danno da responsabilità medica.
sassolini nelle lenticchie - dente spaccato! risarcimento?
risarcimento danni per chiusura scuola
risarcimento contro lavoratore emesso in francia
assoluzione per non aver commesso il fatto è possibile chiedere risarcimento?
richiesta risarcimento per danni in struttura ospedaliera
aprire causa dopo risarcimento vittime della strada
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading