Discussione: incidente ad una festa privata

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

zwerty
Utente registrato
19/01/2011
16:15:53
mi trovavo ad una festa di laurea in una casa privata che si svolgeva dopo cena. il tavolo era apparecchiato con vari superalcolici e dopo 3 o 4 drink ero in stato di ebbrezza. non davo fastidio a nessuno ma era soltanto un po su di giri. uscendo dallo stabile per prendere una boccata d'aria con la mia ragazza ed un mio amico ci siamo messi seduti sul mattonato per terra, non accorgendoci che appena a mezzo metro da noi c'era un dirupo non protetto e non illuminato alto 4 metri circa che era proprio alle mie spalle. alzandomi in piedi ho fatto inavvertitamente dei passi indietro e cadendo mi sono fratturato 3 vertebre. ho appreso poi che in quella casa non era quello il solo dirupo non protetto, ma a causa di lavori iniziati anni fa e mai conclusi, vi erano vari punti pericolosi e mal illuminati. ho diritto ad un risarcimento? e se si, in quale percentuale, considerando che la controparte imputa gran parte della colpa al fatto che ero ubriaco?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10178 interventi
19/01/2011 19:45:47
È un caso certamente particolare, ma c'è molta giurisprudenza in merito.

L'insidia era sicuramente presente.

Un giudice potrebbe decidere per un concorso di colpa (insidia e ubriachezza).

Se l'infortunio non ha prodotto danni "permanenti", il risarcimento potrebbe essere minimo (costerebbe di più l'avvocato), di conseguenza, se il proprietario dell'abitazione non era fornito di idonea assicurazione per danni a terzi, non vedo l'utilità di proporre ricorso e richiedere i danni personalmente ad un "amico".



Rispondi


zwerty

Utente semplice
1 interventi
20/01/2011 14:02:54
per quella caduta ho subito 20 giorni d'ospedale, un operazione, 3 mesi a casa (che non sono ancora trascorsi, quindi potrebbero essere di piu) e l'impossibilità di fare dei concerti che già avevo concordato. inoltre non so se quando starò bene riuscirò a suonare come prima (sicuramente si) e soprattutto se riuscirò a studiare come prima senza stancarmi la schiena dopo poche ore. la frattura della 2a e 3a vertebra cervicale(il 30 per cento di coloro che se le fratturano non arrivano in ospedale, e un altro 30 per cento resta paralizzato), e della 5a dorsale operata mi darà sicuramente dei danni permanenti. inoltre la festa non era a casa del mio amico, ma a casa di un suo amico che neanche conosco bene e che si è interessato a me soltanto quando gli è arrivata la lettera del mio avvocato. considerando poi che io ho aspettato un mese prima di inviargliela e che nel frattempo sono stato in terapia intensiva, ho fatto l'operazione e tutto il resto, immaginerai quanto sia grande il mio rancore. per si è interessato intendo dire che mi ha telefonato e mi ha proposto di risolvere la cosa amichevolmente e io in quel momento ho rifiutato istintivamente. ora però mi sono riproposto di agire solo con il cervello e alla luce di queste ulteriori spiegazioni vi chiedo un consiglio sul da farsi. vi ringrazio anticipatamente e vi chiedo scusa per la lunghezza della mia risposta.

Rispondi


claistron

Staff
10178 interventi
20/01/2011 14:24:32
L'accordo consensuale tra le parti appare il più idoneo a risolvere la situazione.

Sembra che tu oltretutto non possa opporre un eventuale mandato professionale dalla controparte.
Insomma non puoi giustificare che eri presente su precisa richiesta a svolgere un "lavoro" da parte di un committente, in questo caso si terrebbe conto delle regole del mandato.

Eri presente di tua spontanea volontà, magari anche senza un invito "diretto" del proprietario dei luoghi.

Se entri in controversia giudiziaria, anche l'avvocato della controparte avrà da far valere favorevoli riferimenti per il suo cliente.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
costruzione pergola su terrazza condominiale privata
palo della luce in una proprietà privata
scrittura privata a distanza
scia alternata al pdc su proprietà privata per una pergola più aperture
appartamento disabitato infestato dai piccioni
mancato intervento amministrazione per infiltrazioni proprietà privata
schiamazzi in via privata ad uso pubblico (milano)
chiusura strada privata
strada privata e sosta auto
autolavaggio in autorimessa privata sotto il condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading