Discussione: Vendita appartamento con valore inferiore a quello di mercato per causa di presenza studio medico as

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

fiodro
Utente registrato
15/09/2010
11:40:03
Ho un appartamento (secondo piano) da vendere (palazzo unica scala - tre piani - senza ascensore) e l'agenzia immobiliare, dopo un sopralluogo, mi ha ribassato il valore di vendita dello stesso (valore reale in zona € 200.000 stima agenzia € 170.000) a causa della presenza di uno studio medico associato (1500/3000 utenti) situato al primo piano (contratto di fitto regolarmente registrato). L'andirivieni delle persone è continuo e da, effettivamente, problemi di disturbo a tutti gli altri condomini (scale sporche, gente che staziona e sale/scende continuamente per le scale, bussate al citofono, ecc...).
Ho provato a chiedere ad altre persone interessate all'acquisto, esterne all'agenzia immobiliare, e mi hanno confermato la stessa valutazione (€ 170.000) causata, nello specifico, dalla presenza dello studio medico.
Esiste qualche sentenza che stabilisca un risarcimento al proprietario, in caso della suddetta vendita con questo notevole deprezzamento, da parte di chi ha causato tale inconveniente?
Vi ringrazio anticipatamente



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
15/09/2010 15:51:55
A chi lo vorresti chiedere questo "pseudo" risarcimento ....?

Non puoi far valere nessun tipo di richiesta, più volte la Cassazione si è espressa su questo argomento, anzi ha sempre addirittura ribadito che uno studio professionale nel condominio non è soggetto ad eventuali spese aggiuntive (es. pulizie) se non espressamente contemplate nel regolamento.

L'errore basilare è da imputare agli originari acquirenti degli appartamenti dove non hanno preteso che nel "regolamento contrattuale" da tutti sottoscritto al momento del primo rogito fosse prevista una clausola di divieto all'apertura di studi professionali e che le unità immobiliari sono esclusivamente destinate all'uso abitativo residenziale.

Rassegnati e sbarazzati al più presto di un simile "fardello" anche se purtroppo ci rimetterai una buona percentuale.
In alternativa cerca di non passare per agenzie e prova a vendere il tuo appartamento "direttamente" tramite inserzioni sugli appositi siti online o nei giornalini locali che si trovano dappertutto.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
orario per lavori appartamento
problemi causati dalla canna fumaria
vendita 50% proprietà indivisa
appartamento disabitato infestato dai piccioni
spese acqua condominiale in caso di appartamento disabitato
vendita autorimessa, garage. diritto di prelazione in condominio
vendita appartamento con spazio condominiale annesso recintato da diversi anni
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
causa e spese straordinarie pendenti in acquisto casa
vendita casa a due acquirenti contemporaneamente
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading