Discussione: Finanziamento condominio per spese straordinarie

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

sbaraglia
Utente registrato
20/07/2010
12:41:47
Buongiorno,
due quesiti:

1. ho acquistato un appartamento a Luglio 2009. A mia insaputa, precedentemente erano stati deliberati dei lavori straordinari di rifacimento facciata e solo a Giugno 2010 è stata deliberata la spesa esatta. Le spese sono dunque a carico mio o del precedente proprietario?

2. durante l'assemblea straordinaria, a cui erano presenti 230 millesimi, è stato deciso di accedere a un presito condominiale per le spese suddette. Mi chiedo: non serve la totalità dei millesimi per tali delibere?
Inoltre: il prestito è di circa 200.000 euro da rimborsare in 12 rate bimestrali per un totale di 10.000 euro a condomine. Non esiste un debito massimo per condomine?

Attendo fiduciosa un vostro parere!
Valentina Sbaraglia



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10180 interventi
20/07/2010 14:07:09
Ne ho parlato spesso nel forum ed ho inserito anche preziosi riferimenti giurisprudenziali, basta usare la funzione "cerca".

La spesa compete al proprietario nel momento in cui viene deliberata (non quando si cercano preventivi o ... se ne parla).

Qui i riferimenti:

http://www.condomini.altervista.org/DebitiVecchi.htm

La maggioranza da te indicata, 230 millesimi, non è sufficiente per deliberare su lavori straordinari, la deliberazione può essere impugnata entro i fatidici 30 giorni, anzi, l'assemblea stessa non è valida in quanto manca almeni 1/3 dei millesimi, qui trovi la tabella:

http://www.condomini.altervista.org/MaggioranzeAssemblee.htm

Ho sempre sconsigliato "nel modo più assoluto" l'attivazione di un finanziamento "condominiale", è sicuramente più adeguato un finanziamento (mutuo) personale.
Ricorda che nel caso un singolo proprietario non riuscisse ad onorare la propria quota, per il dovere di solidarietà, saranno gli altri a dover pagare anche la sua.

Tienine conto e rifiutati di aderire ad un mutuo o finanziamento condominiale.

Infine, non esistono limiti imposti dalla legge al livello dei finanziamenti.

Se hai altri dubbi, qui trovi tutto ciò che ti serve:

http://www.condomini.altervista.org/

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
durata gestione e compenso amministratore condominio
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
maggioranza per elezione delegato al super-condominio
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading