Discussione: diritto di passo e chiave

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Reymat
Utente registrato
14/06/2010
14:41:17
Salve a tutti, posseggo una proprietà sulla quale ho incautamente e gratuitamente concesso un diritto di passo a terzi per raggiungere il loro fondo. Tale passo, concesso per una larghezza di 4 m. è chiuso fino dall'inizio lavori da un cancello posto all'inizio del passo e da un cancello posto alla fine del passo, montato durante i lavori di ristrutturazione dell'immobile. I due cancelli finora aperti dovrebbero secondo le mie intenzioni essere da adesso in poi chiusi a chiave sia per motivi di sicurezza generale sia perchè si sono verificati dei furti nella zona ed uno anche presso la mia abitazione, due anni fà. Ho provveduto ad inviare copia delle chiavi ai possessori del fondo dominante per il libero accesso, ma si sono rifiutati di riceverle, adducendo che la chiusura a chiave limita la loro prerogativa di accesso. Quindi devo desumere se tale interpretazione è corretta di non essere di fatto in grado di mettere in sicurezza la mia abitazione, dato che tali persone, non solo transitano ma esigono di lasciare i cancelli aperti durante la giornata, chiudendoli (non a chiave) solo la notte. Inoltre vorrei sapere se nel momento in cui tale altra proprietà attivi un secondo accesso, al momento non disponibile (ma in preparazione) sia possibile chiedere la revoca del diritto di passo.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10144 interventi
14/06/2010 16:13:42
La revoca di un diritto acquisito è difficilissimo da ottenere.

Puoi informarti leggendo gli articoli 1051 e seguenti del C.C.

Puoi comunque far valere il diritto alla "sicurezza" chiedendo di poter chiudere i cancelli in questione o dotarli di apertura elettrica.

Qui ho riassunto riferimenti sulla materia:

http://www.condomini.altervista.org/Cancello.htm

Se leggi con attenzione il Codice, troverai che se l'avente diritto attiva un idoneo passo per raggiungere la proprietà, viene meno il diritto d'uso attuale.

Rispondi


Reymat

Utente semplice
1 interventi
15/06/2010 17:27:44
Grazie delle precisazioni, quindi se capisco bene sul codice civile è riportata la possibilità di chiedere una revoca di passo, se attivato un nuovo accesso che prima non esisteva? mi puoi inviare l'articolo in questione?
Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
15/06/2010 23:43:07
Gli articoli che ti interessano sono dal 1063 e seguenti.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
servitù di passo coattiva per usucapione
diritto di passaggio in casa per accedere ad un lastrico solare
diritto di un condomine in assemblea
vendita autorimessa, garage. diritto di prelazione in condominio
passo carrabile a chi compete il pagamento
diritto di passaggio su mio balcone
diritto di sopraelevazione
diritto passaggio e parcheggio.
diritto di servitu' di passaggio e citofono
diritto reale o obbligatorio?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading