Discussione: Nuovo contratto prima che scada quello vecchio (commerciale)

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

reflex
Utente registrato
25/04/2010
19:48:15
Locazione commerciale, nel 2000 viene concluso e registrato un regolare contratto 6 anni + 6 in cui l'intero ammontare del canone viene dichiarato senza riserva alcuna.
Dopo 3 anni (nel 2003 precisamente) conduttore e proprietario addivengono ad un nuovo accordo e decidono di stipulare un nuovo contratto che assicuri al conduttore di restare nell'immobile fino al 2015 (altri 6 + 6 anni) e al proprietario un canone maggiore di circa il 20%.

Le parti concludono direttamente il nuovo contratto senza sciogliere quello precedente con un atto scritto. il nuovo contratto viene registrato tempestivamente.

Il secondo contratto concluso nel 2003 è valido oppure nullo ax art. 79 l. 392/78?
Si può ritenere che con l'aumento del canone il proprietario abbia ricevuto un vantaggio ingiusto rispetto a quello dovuto?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10144 interventi
25/04/2010 23:13:12
Il nuovo contratto stipulato e sottoscritto con piena ragione da entrambi i contraenti è pienamente valido e sostituisce "di fatto" quello precedente.

Un eventuale ricorso, adducendo la "causa" da te citata, appare privo di fondamento.

Anche il mancato versamento dell'imposta di fine contratto parrebbe sanato dalla stipula di quello nuovo e dal versamento dell'imposta di nuova registrazione.

Rispondi


reflex

Utente semplice
5 interventi
26/04/2010 01:48:08
uhm grazie della risposta, ma il canone maggiorato non viola la legge da me citata? Li si parla chiaramente di pattuizioni in favore del proprietario e nel nostro caso il canone aumenta e anche di parecchio (20%)

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
26/04/2010 08:19:51
..... Li si parla chiaramente di pattuizioni....

Tu stesso parli di "pattuizioni" scientemente sottoscritte da entrambi i contraenti.
Bisognerebbe dimostrare un eventuale "dolo" in sede di firma per invocare eventuali clausole vessatorie (che comunque sarebbero state regolarmente accettate).

Un ricorso, in questo caso, appare arduo e potresti essere addirittura condannato per "lite temeraria".

Rispondi


reflex

Utente semplice
5 interventi
26/04/2010 08:50:32
e seinvece di dedurre la nullità dell'intero contratto mi limitassi a contestare l'illegittimitò dell'aumento dei canoni? sarebbe più fondato?

Rispondi


claistron

Staff
10144 interventi
26/04/2010 15:28:27
Hai parlato di "nuovo contratto" che ha sostituito quello vecchio, non la "prosecuzione" del precedente.

Sicuramente saranno state valutate le nuove condizioni di mercato, nuovi parametri, maggior durata, ecc. che hanno determinato la validità dell'aumento citato.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
registrazione contratto di comodato?
inserimento nuovo punto all'odg
come impugnare prima di una assemblea.
dimissioni dell'amministratore prima del bilancio
informativa nella prima assemblea utile
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
"catturato" da un nuovo condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading