Discussione: Titolare nuda proprietà in comune X ed acquisto prima casa in comune Y

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

dvd
Utente registrato
07/04/2010
19:31:14
Buonasera a tutti.

Ho letto quanto indicato al link http://www.condomini.altervista.org/PrimaCasa.htm in relazione al caso in cui si sia titolari di nuda proprietà, ma non sono riuscito a risolvere il mio dubbio.

Situazione:
- Sarei in procinto di acquistare un’appartamento nel comune di Milano, che sarà adibito ad abitazione principale (prima casa).
- Nel 2003 ho acquistato due appartamenti di 50mq nel comune di Corsico, catastalmente distinti, beneficiando delle agevolazioni prima casa.
- Io sono titolare esclusivo di nuda proprietà fin dall’orgine.
- Mio padre è titolare esclusivo del diritto di usufrutto fin dall’orgine.
- Io sono attualmente residente in uno dei due appartamenti, mio padre nell’altro.
- A breve acquisterò un’abitazione di 80mq a Milano, dove lavoro e dove trasferirò la residenza: l’abitazione diventerà a tutti gli effetti quella principale.

DOMANDA: sarei cortesemente a chiedere se in quanto titolare di sola nuda proprietà su due unità immobiliari non idonee nel soddisfare le neonate esigenze abitative familiari, site in comune differente da Milano ed avendo già beneficiato in passato delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di tali immobili, allo stato attuale possa accedere alle agevolazioni fiscali per l’acquisto di una abitazione a Milano dove trasferirò immediatamente la residenza.

La normativa dice "l'agevolazione "prima casa" compete anche all'acquirente titolare del diritto di nuda proprietà su altra casa di abitazione situata nello stesso comune in cui si trova l'immobile che viene acquistato."

Tratterebbe quindi:
- altra casa di abitazione nello stesso comune
- ma nel mio caso la casa oggetto di acquisto si trova in altro comune e diverrà residenza principale.

Grazie mille.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10041 interventi
07/04/2010 23:16:41
Purtroppo non hai alternative.

Nel tuo specifico caso, dovrai alienare l'attuale "prima casa" di tua proprietà, prima di acquistare un nuovo alloggio in comune diverso ed usufruire nuovamente dei benefici.

Non riesco a capire comunque come hai fatto ad usufruire dei benefici "prima casa" su due unità immobiliari distinte, accatastate separatamente.
Sono convinto che nel caso di accertamenti saresti soggetto a sanzione.
Ricorda che anche alienando una delle due unità, resti sempre possessore di unità immobiliare acquistata con i benefici prima casa.

L'Agenzia, come hai già letto, così recita:

L'acquirente, o gli acquirenti, devono dichiarare nell'atto di compravendita:
Di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;
Di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.
Di impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l'immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.






Rispondi


dvd

Utente semplice
2 interventi
08/04/2010 09:39:57
Grazie.
Gli appartamenti sono attigui, posti al secondo e terzo (ultimo) piano ed originariamente costituivano un unica unità immobiliare (l'ultimo piano era originariamente un sottotetto non abitabile, ma aveva un accesso indipendente).
Io e mio padre eravamo un unico nucleo familiare.

Con la Legge Regionale che permette/va di alzare i tetti e richiedere/ottenere l'abitabilità, l'appartamento fu separato in due unità distinte, e ci organizzammo in due nuclei familiari distinti.
Io mantenni la nuda proprietà.
Lui mantenne l'usufrutto.

Soluzione:
- riaccatastare
- vendere a mio padre

Tuttavia, considerando il valore catastale dell'appartamento tipo che vorrei comprare pari a c.ca 70.000€ (c.ca 250.000€ valore commerciale), applicandovi il 10% d'imposta andrò a versare 7.000€, contro i c.ca 2.400€ nel caso agevolato.

In caso di alienazione (anche se i due appartamenti fossero un un'unica unità) mio padre pagherebbe un'imposta non lontana dai €2.500.

Mutuo: non avendo la proprietà "esclusiva", posso godere dei benefici prima casa (confermato dalla Banca).

Grazie per il supporto.




Rispondi


dvd

Utente semplice
2 interventi
08/04/2010 09:45:47
PS: Usufruendo dell'agevolazione della Legge 248/2006

Rispondi


claistron

Staff
10041 interventi
09/04/2010 19:01:32
Sono decisioni che devi prendere tu stesso.

Io ti ho dato "precisi" riferimenti e te li ho anche messi in grassetto.

Se vendi a tuo padre, puoi riusufruire dei benefici prima casa, anzi puoi detrarre l'Iva gia pagata per il primo acquisto.

Per il mutuo, segui le indicazioni della banca.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
lavori su terrazzo di proprietà esclusiva
ampliamento autorizzato dall'assemblea con ex legge "piano casa"
ripartizione spese riparazione infiltrazioni terrazza di proprietà e uso esclusivo per cene e feste
uso esclusivo della canna fumaria comune dismessa
scia alternata al pdc su proprietà privata per una pergola più aperture
pagamento prima rata 2018 senza approvazione preventivo
tentativo di usucapione e millesimi di proprietà
mancato intervento amministrazione per infiltrazioni proprietà privata
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
recesso contratto affitto prima dei 6 mesi di preavviso
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading