Discussione: il numero civico e l'amministratore

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

shout
Utente registrato
18/03/2010
16:59:32
Salve, avrei un quesito da porvi:
lo stabile in cui risiedo ha un amministratore che ignora il corretto numero civico del palazzo, un condomino ha effettuato delle ricerche ottenendo dal comune una certificazione con il corretto numero civico. Come è possbile che l'amministratore si rifiuti di aggiornare la documentazione dello stabile nonostante diverse sollecitazioni? Nel condominio abitano molte persone anziane che non sanno muoversi in queste cose e che non si informano, non si interessano.
il problema è che il codice fiscale del condominio è quindi sbagliato, riceviamo convocazioni per assemblee di un condominio quindi inesistente. Come si può procedere? la cosa migliore sarebbe cambiare amministratore, lo so, ma gli altri condomini (per la maggior parte ) non ritiene la questione importante. Per esempio anche la polizza assicurativa andrebbe corretta, conto corrente... Possibile che non si può fare nulla contro l'amministratore? Tra le altre cose c'è anche un contenzioso legale tra alcuni condomini.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10224 interventi
18/03/2010 19:03:38
Non credo che la lamentela da te addotta sia idonea a provocare danni materiali o morali ai condómini.

Un ricorso giudiziario in tal senso non porterebbe a nulla.

La polizza non ha nulla da temere .... ci mancherebbe!

Il codice fiscale non ha nulla a che vedere con il numero civico.

Stai creando un problema che in realtà è "minimo".

L'ideale sarebbe comunque diffidare l'amministratore a mezzo raccomandata affinchè adempia alle variazioni, la raccomadata potrà essere fatta valere in sede di un possibile futuro contenzioso per imputare eventuali danni all'amministratore stesso.

Rispondi


shout

Utente semplice
1 interventi
18/03/2010 19:36:07
Io non penso sia un problema minimale, per certi aspetti è una cosa piuttosto antipatica.
Per esempio se dovessi pagare quote condominiale tramite assegni intestati al condominio, riportando il corretto numero civico, non potrebbero essere incassati,perhè il cc è intestato ad un condominio con un numero civico diverso (sbagliato), non ci penso proprio a pagare in contanti o a fare un assegno intestato all'amministratore, e neanche a fare un bonifico (dovrei sostenere anche qualche spesa in più). E' una questione di principio, se il numero civico è x allora è l'amministratore che deve provvedere a cambiare la documentazione, non il condomino che paga al condominio giusto. Non è ammissibile che un amministratore si rifiuti di fare il suo lavoro!

Rispondi


claistron

Staff
10224 interventi
18/03/2010 21:52:14
Ti ho dato un preciso consiglio sopra.
Se lo ritieni opportuno, mettilo in pratica.

Ribadisco .... a mio avviso "non è un problema", sei tu che lo vuoi far diventare tale!

Rispondi


fisher

Utente semplice
3 interventi
19/03/2010 11:20:00
Anche a mio zio é successa una cosa simile, lui insisteva con il pagare tramite assegno al condominio, l'amministratore puntualmente rifiutava gli assegni, sapeva che il numero civico riportato era giusto, ma lui si rifiutava di aggiornare i documenti e tutto....Risultato? Mio zio è stato più volte minacciato di decreto ingiuntivo, perchè secondo l'amministratore doveva pagare tramite bonifico o contanti.
(chiocciola) claistron
Forse sarà un problema minimale per la polizza assicurativa, ma rischiare un decreto ingiuntivo e avere tali seccature non mi pare giusto, soprattutto perchè per sostenere un ricorso al decreto costa parecchio e ci vogliono anni prima che si risolva.

Rispondi


claistron

Staff
10224 interventi
19/03/2010 14:32:11
Se l'amministratore, in accordo con l'assemblea, ha deciso che i pagamenti vengano fatti tramite bonifico o contanti, un motivo c'è ed è plausibile.

Incassare un assegno comporta costi e giorni di valuta per il conto corrente del condominio, insomma un danno economico, seppur minimo.

Se così è stato deciso, bisogna ottemperare, l'amministratore si comporta in modo corretto.

Rispondi


fisher

Utente semplice
3 interventi
19/03/2010 14:48:29
Non è stato deciso nulla in merito alla forma di pagamento, non esiste un accordo formale tra l'amministratore e l'assemblea in merito alle midalità di pagamento. Tra le altre cose anche molti avvocati consigliano di pagare tramite assegno al condominio.
Una curiosità quanto è costoso per il condominio iniziare un decreto ingiuntivo in termini economici?

Rispondi


claistron

Staff
10224 interventi
19/03/2010 17:48:05
Ne ho parlato decine di volte nel forum, basterebbe usare il tasto "cerca" in alto alla pagina .....

Comunque ho riassunto tutto qui:

http://www.condomini.altervista.org/DecretoIngiuntivo.htm

Sempre al "solito" link trovi altre utili informazioni:

http://www.condomini.altervista.org/GiudicePace.htm

Rispondi


fisher

Utente semplice
3 interventi
19/03/2010 18:04:04
Ok, ma in merito alla modalità di pagamento cosa ne pensi? Come ti ho scritto sopra non c'è un accordo a pagare in un determinato modo stabilito dall'assemblea.

Rispondi

Pagina: Successiva »»

1 | 2 |



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
condominio e b&b ; segnalazioni all'amministratore delle presenze
responsabilità dell'amministratore per lavori ordinari/straordinari
dimissioni dell'amministratore prima del bilancio
tredicesima all'amministratore di condominio
richiesta casellario giudiziale all'amministratore
parcheggio in condomini: l'amministratore non può assegnare i posti
numero minimo di ui per definire un super-condominio
fatturazione elettronica - obblighi per l'amministratore
l'amministratore non ci fornisce i verbali pregressi
incongruenza quota pagata dal condomino e quota versata dall'amministratore per detrazione ristruttu
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading