Discussione: fognatura su terreno adiacente

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

robypaga
Utente registrato
01/03/2010
13:41:34
Buongiorno a tutti, circa 2 anni fa è stato acquistato un terreno confinate con la proprietà del condominio in cui abito.
Durante gli scavi per realizzare un nuovo condominio su questo terreno, è emerso che la nostra fogna passava per questo terreno, e che il tubo era rotto in diversi punti.
Il tubo è stato ripristinato dal costruttore solo per il tratto a loro interessato.
Ora,il costruttore si lamenta che la nostra fogna gli causa degli allagamenti e chiede a noi di provvedere alla sua sistemazione.
E' stato peraltro accertato in Comune che la nostra fogna non è allacciata a nessuna rete fognaria. (il condominio è del '64).
Ora mi chiedo: chi deve provvedere alla sistemazione della fogna? Noi o il nuovo proprietario del terreno?
Come ha fatto il comune a dare l'abitabilità nel '64 senza aver effettuato l'allacciamento alla rete fognaria?
Deve partecipare anche il comune alle spese di sistemazione?
Un grazie in anticipo e distinti saluti a tutti.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
01/03/2010 13:57:12
Il tratto di fognatura in oggetto è di competenza del proprietario che scarica in esso, anche se il tratto in oggetto transita in terreno altrui soggetto a servitù di passaggio.

Il proprietario del terreno adiacente non ha alcun obbligo di ripristino, anzi può legittimamente richiedere i danni per eventuali allagamenti dovuti alla mancanza di manutenzione.

Non hai spiegato dove in realtà va a finire la fognatura, visto che non entra nella pupplica conduttura.
Se non scaricasse e si fermasse nel terreno adiacente, sarebbe un abuso, finalmente scoperto.

Il comune non ha alcun obbligo, anzi potrebbe richiedere l'immediata messa a norma.

Un eventuale ricorso potrebbe essere intentato nei confronti dell'originario costruttore (dopo oltre 40 anni penso non esista più).

Resta il fatto che dovrete mettere le mani al portafoglio ed eseguire le opere necessarie alla messa a norma.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
servitù di passaggio e divisione acque fognatura
canne fumarie in amianto e condominio adiacente
danno alla fognatura di un condominio
terreno in comproprietà
usucapione di porzione di terreno di un condominio attiguo
riparazione tubazione acqua potabile che passa sotto terreno altrui proprietà
atto acquisto terreno
dubbi su diritti e sulla proprietà di un terreno
percepire denaro da ristrutturazione palazzo adiacente alla mia abitazione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading