Discussione: Danni arrecati in seguito a lavori di manutenzione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

libgab
Utente registrato
20/01/2010
17:49:03
Salve a tutti,
vorrei chiedere un parere a questo forum perchè mi trovo in una situazione spiacevole che non so bene come affrontare.

Ho eseguito alcuni lavori di manutenzione del bagno (in seguito ad acquisto dell'appartamento) e la condomina del piano di sotto sostiene che questa atttività abbia provocato dei danni (infiltrazioni, crepe, ecc). Sebbene in seguito al mio personale sopralluogo non abbia potuto effettivamente constatare che fossero a mio carico (muffe e una piccola crepa), ho provato a risolvere immediatamente (ero appena arrivata nel condominio) proponendo l'intervento diretto del mio operaio, che è stato immediatamente rifiutato con la motivazione che non era una persona di sua fiducia e che mi avrebbe fatto sapere come intendeva proseguire.
A distanza di qualche mese mi arriva una lettera del suo avvocato che mi invita a conciliare andando da lui a vedere i due preventivi che la sua assistita si è fatta fare.

L'avvocato ha insistito per risolvere bonariamente la cosa evitando spese ulteriori visto che ritiene l'entità della cifra richiesta "poca cosa".

Ho cercato di contattare un perito per avere un riscontro ufficiale ma solo per il sopralluogo e la redazione della perizia mi ha chiesto 300 euro.

A questo punto non so bene cosa fare, indipendentemente dalla cifra non mi piace che chiunque si faccia fare un preventivo possa chiedermi dei danni senza fornirmi un dato oggettivo.

Posso chiedere alla condomina di fornirmi oltre ai preventivi anche una perizia che attesti l'entità del danno e l'effettiva necessità di svolgere dei lavori di ripristino come quelli riportati nei suoi preventivi?

Come posso tutelarmi evitando di pagare chiunque mi chieda dei danni per qualcosa che non ho arrecato oppure di pagare troppo?

Spero di essere stata chiara nel riportarvi i fatti.
Vi ringrazio fin da ora per il consiglio che vorrete fornirmi.

Gabriella



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10144 interventi
20/01/2010 18:00:55
La proprietaria del piano sottostante ha il diritto di far eseguire i lavori da professionista di fiducia.

Se hai un amico geometra, potrai far controllare il lavoro stesso e far dichiarare se la spesa è congrua o eccessiva, nel qual caso potresti attivare un contenzioso giudiziario per truffa (avvocato, perizia, spese legali, spese giudiziarie, ecc.).

Solo tu puoi decidere in merito.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
lavori impianto idraulico e scarichi
lavori di ristrutturazione e ripartizione costi
delibera per lavori su area verde extracondominiale
lavori condominiali parti comuni e non
quote pagate per lavori deliberati e mai iniziati. si può chiedere il rimborso?
lavori su terrazzo di proprietà esclusiva
contratto pluriennale manutenzione ascensore
perdita economica a seguito di accordo transattivo
e’ corretto che i negozi non paghino le spese di manutenzione del riscaldamento?
lavori centrale termica
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading