Discussione: Disdetta Anticipata del Locatore

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Reik
Utente registrato
09/04/2009
21:05:47
Salve, vi vorrei esporre un problema che mi sta creando non pochi problemi:
ho stipulato il 12 Gennaio 2009 un contratto transitorio per studenti universitari della durata di 3 anni.
Sono il conduttore.
Il 6 aprile 2009 il locatore mi manda la lettera di disdetta, utilizzando come motivazione: 'Necessito dell'immobile per utilizzo proprio.' (quindi legale come motivazione)
Vorrei chiedere:
- Nel contratto c'è la seguente clausula: è previsto il recesso del conduttore "per gravi motivi" almeno 3 mesi prima dalla scadenza.
I 3 mesi di preavviso valgono anche in caso di disdetta del locatore, anche se in questa clausula il locatore non è menzionato?
- Conoscendo il locatore (ha provato anche a chiedermi un aumento di 200€) sono sicuro che non appena eseguo il trasloco, lo riaffitterà di nuovo l'appartamento.
In questo caso è possibile punire il locatore?
Ho letto l'art. 3 della Legge 431/98 che mi dovrebbe riconoscere un risarcimento non inferiore a 36 mensilità di affitto nel caso dimostri che il proprietario non abbia rispettato la motivazione entro 12 mesi dalla ricezione della disdetta.
Quest'articolo vale anche per i contratti transitori per studenti universitari?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
09/04/2009 23:28:09
Bisognerebbe leggere con attenzione tutto il contratto, di solito si usa quello standard come indicato qui:

http://www.condomini.altervista.org/ContrattiAffitto.htm

Il locatore può recedere dal contratto solo per "giusta causa" (forza maggiore) pagando una penale che dovrebbe essere stabilita nel contratto.

Quella da te indicata non può essere definita "giusta causa", quindi il contratto non può essere assolutamente disdetto, che ci provi ad inviarti lo sfratto prima del termine della locazione!

Il termine della locazione comunque è alla fine dei tre anni dopo il quale bisogna attivare un "nuovo" contratto con clausole che possono essere diverse (prezzo).

Appare quindi lecito l'invio della disdetta per "finita locazione" almeno tre mesi prima del termine, come indicato nel contratto stesso.


Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
ripartizione spese condominiali tra locatore e conduttore
quale spese condominiali a carico del locatore e quali a carico del locatario?
locatore non vuole restituire deposito cauzionale
mancata sostituzione caldaia vetusta locatore
431/98 4+4 lettera disdetta prima scadenza
disdetta dal contratto locazione legittima?
disdetta con racomandata mai ritirata?
recesso del contratto di locazione per colpadel locatore
disdetta contratto di affitto da parte del proprietario
anticipo in caso di disdetta affitto
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading