Discussione: imposta di registro trasf.immob. errata....ki paga?!?!?!

Torna al forum: "fisco" Stampa discussione (testo semplice)


Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

LucyLù
Utente registrato
26/02/2009
13:19:15
Buongiorno a voi......avrei pr bisogno di un consiglio:
a gen 2008 si è proceduti ad una vendita di un immobile tra un PRIVATO (non prima casa) ed una SRL....quest'ultima ha dichiarato di voler beneficiare dell'imposta di registro all'1% in quanto trattasi di trasferimento immob esente da iva, a favore di soc avente per oggetto principale la rivendita di beni immobili.
Il notaio inserisce questa dichiarazione nel rogito rinviando all'art.3, co.14 lett.B, del D.L. n.669/96, convertito dalla L.n.30/1997

Ieri viene notificato alle allora parti venditrici, avviso da parte della Agenzia delle Entrate che richiede il pagamento dell'imposta suppletiva di registro (notevole!)....motivando ciò asserendo che si tratta di una vendita da privati....applicando così l'imposta di registro al 7%.
Essendo un'imposta solidale, presumo che stesso avviso sia stato ricevuto o lo riceverà anche la società-acquirente.

Ora sto cercando di capire cosa fare:
- contattare la società-acquirente per chiedere spiegazione e di certo inviare una formale missiva in racc.ta a/r ove si richiede la soluzione della questione e/o il pagamento di quanto dovuto all'AdE e l'invio della prova documentale dell'avvenuto pagamento................tutto ciò nei termini che hanno iniziato a decorrere per la parte venditrice;
- la parte venditrice rischierebbe/dovrebbe pagare quanto richiesto dall'AdE entro il termine di 60 g dalla notifica dell'avviso (SE non provvede prima la soc.), almeno x evitare l'applicazione della sanzione al 30%, e poi rivalersi sulla società.......e qui sorge il grande timore di andarsi ad impelacare in una causa di anni con esito dubbioso!!!

Ma prima vorrei capire meglio di che si tratta......

- il richiamo normativo effettuato dal notaio nel rogito è giusto????
art.3, co.14 lett.B, del D.L. n.669/96, convertito dalla L.n.30/1997 dice : "Se il trasferimento avente per oggetto fabbricati o porzioni di fabbricato e' esente dall'imposta sul valore aggiunto ai sensi dell'articolo 10, primo comma, numero 8-bis), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, ed e' effettuato nei confronti di imprese che hanno per oggetto esclusivo o principale dell'attivita' esercitata la rivendita di beni immobili, a condizione che nell'atto l'acquirente dichiari che intende trasferirli entro tre anni: 1%";
o avrebbe potuto beneficiare dell'agevolazione secondo altra norma?!?!??!

- la società aveva diritto all'agevolazione???
ho fatto una visura camerale.........innanzitutto la società esiste ancora e non è in fallimento (temo sempre e cmq il peggio) e nell'oggetto sociale è specificamente indicato al punto 3 che ha x oggetto anche l'acquisto e la vendita di immobili.....come si fa a capire quando un oggetto sociale è principale e/o esclusivo?!?!?! ma cmq sia credo che ci siano i requisiti richiesta dalla normativa anzidetta.
MA......secondo l'AdE, la società non aveva diritto all'agevolazione xkè si tratta di trasf. di immob DA privato........è vero ciò?!?!?


C'è qualcuno che può darmi spiegazioni in merito???? ed un consiglio sul da farsi????

piccolo sfogo : è possibile che non ci si possa fidare pr di nessuno?!?!? neanche di un professionista quale il notaio, molto affermato e conosciuto in città ?!?!? ed è possibile che eventualmente l'AdE sia nel giusto, lui di ciò non ne abbia responsabilità!???! come fa pr un notaio che procede alla registrazione dell'atto a non sapere le leggi fiscali e non inerenti alla sua attività!??!!? ci vorrebbe pr un'azione di responsabilità nei suo confronti.....ma poi sappiamo bene come vanno a finire queste cause nei confronti dei componenti di questa casta........

tradanei confronti


Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

LucyLù

Utente semplice
1 interventi
27/02/2009 15:01:16
nessuno mi aiutaaaaaaaaaaA??!?!?!?!?!?

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
imposta di soggiorno non pagata
tassa di registro del decreto ingiuntivo
imposta ipotecaria e catastale su successione a rettifica
sanzione tassa registro
unico/2010 ed imposta sostitutiva
detrazioni d'imposta per coniuge extracomunitario di citt. italiano
risoluzione anticipata contratto di locazione per decesso del conduttore-e' dovuta l'imposta di regi
imposta netta pari a zero
ires o irpeg? quale imposta si paga attualmente?
finita locazione: tassa di registro?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading