Discussione: CONDOMINO CHE NON VUOLE PAGARE SPESE CONDOMINIALI

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

michele.brienza66
Utente registrato
13/02/2009
16:01:57
Buonasera, vorrei se possibile alcuni chiarimento ad un fatto che a mio parere sa dell'incredibile, scrivo testualmente cio' che un condomino a contrattato con la parte venditrice dell'appartamento:poichè l'edificio in cui sono compresi i beni in contratto non è ancora ultimatonelle sue parti condominiali, sinchè la società alienante non avrà realizzato a perfetta regola d'arte l'ingresso condominiale, la parte acquirente utilizzerà quale accesso alla sua proprietà il piano garage e la porta che collega tale piano garage e la parte che collega tale piano a quelli soprastanti, conseguentemente, tenuto conto del disagio che essa parte acquirente dovrà sopportare essa sarà esonerata dal contributo alle spese condominiali di qualsiasi genere e specie, e dalle spese di gestione ordinaria e straordinarie.
A questo punto cosa significa spese di qualsiasi genere e specie? e spese di genere ordinarie e straordinari, vi ricordo che il condomino in oggetto sta utilizzando un entrata esterna usufruendo di una scala che attualmente il costruttore non ha ancona contemplato all'interno del condominio, se si verfica un danno al tetto dello stabile il condomino deve intervenire alle spese? poiche penso lui e' esonerato dalle spese tipo, pulizia scale, ascensore ecc, ma non da spese di interventi allo stabile?, e poi le spese di invio documenti per riunione datte dall'amministratore al medesimo e la parte di spese per l'amministratore inirente alla gestione li dovrà pagare?, lui dice no e questo a fatto infuriare tutti noi alla riunione, potete delucidarmi in merito, grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10180 interventi
13/02/2009 19:19:53
Ne ho parlato decine di volte nel forum.

Simile clausola di esonero è lecita "solo ed esclusivamente" se viene inserita nel regolamento "contrattuale" da tutti sottoscritto al momento del rogito, altrimenti non ha alcun valore e non può essere opposta ai terzi condómini.

Detta clausola comunque non può avere durata illimitata (clausola vessatoria), ma la Cassazione ha stabilito che la stessa non può durare oltre i due anni.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
definizione di condomino ai fini dell'applicazione della limitazione delle deleghe (art. 21 l. 220/2
amministratore che non vuole allegare al verbale gli allegati
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
rate condominiali presunte non pagate
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading