Discussione: Lettera all'amministratore del condominio

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

gporchia
Utente registrato
20/11/2008
13:16:08
Buongiorno,

a seguito della rottura dell'impianto di distribuzione elettrico del condominio, il mio appartamento (e altri), sono senza corrente elettrica da 3 settimane. L'amministratore non ha ancora fatto niente, anche se nell'ultima assemblea è stato deliberato di fare le riparazione.
La situazione attuale è che chi vuole la corrente, deve firmare una lettera di assunzione di responsabilità, e gli mettono dei cavi volanti, che entrando nella finestra del corridoio del condominio, o dal terrazzo portano l'alimentazione all'appartamento.

Vorrei scrivere all'amministratore nella seguente forma, per cautelarmi da eventuali problemi (non ho firmato la lettera di responsabilità, e quindi sono da 3 settimane senza corrente), nella seguente forma:


Io sottoscritto xxxx, proprietario dell’int.xx, sito nel condominio di via xxxx, a seguito della rottura dell’impianto di distribuzione elettrica condominiale, avvenuto in data xxx, visto che:

- Ad oggi il danno non è stato ancora riparato
- Il mio appartamento è inagibile per via della mancanza di corrente elettrica:

le richiedo di attivarsi per:

1. la riparazione, regolarizzazione e riconduzione a norma dell’impianto (secondo le norme attualmente vigenti), secondo quanto concordato nell’assemblea condominiale tenuta il xxx, e secondo i suoi doveri di Amministratore, in quanto responsabile e custode delle parti comuni del condominio, visto il carattere urgente della richiesta, e il pericolo all’incolumità privata e pubblica di chi vive o frequenta il condominio.

In caso di mancanza di prove relativa alla sua attivazione in merito al punto 1. di codesta comunicazione, entro un tempo massimo di 7gg, ed in caso di mancanza di riparazione, secondo le norme attualmente vigenti, entro un tempo massimo di 15gg, mi rivolgerò alle autorità competenti.

Cosa ne pensate? E' una forma corretta?
Mi consigliate di fare una comunicazione da singolo, oppure fare una comunicazione globale di tutti i condomini interessati dal disagio? E se si in che forma??



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10180 interventi
20/11/2008 14:32:21
La forma è corretta, la sostanza manca totalmente.

Sai benissimo che l'amministratore è responsabile per i beni "comuni" condominiali, ma non ha obbligo di interessarsi delle proprietà o degli impianti "privati" dei singoli condómini.

Il problema dell'energia elettrica a disposizione della singola unità immobiliare è strettamente "personale" e coinvolge solo ed esclusivamente il proprietario ed il gestore senza coinvolgere l'amministratore.

Se quest'ultimo si interessa comunque, lo fa per sua esclusiva disponibilità.

Se il problema coinvolge invece anche utenze "comuni" come le luci scale, allora l'amministratore è obbligato ad adoperarsi con tutti i mezzi a lui disponibili.

Rispondi


gporchia

Utente semplice
2 interventi
20/11/2008 17:13:54
Ciao claistron,

grazie per la risposta, ma mi viene un dubbio. Secondo l'articolo 1117 C.C. l'impianto di distribuzione della corrente elettrica è una parte comune del condominio, cito quello che dice l'articolo:

3) le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli acquedotti e inoltre le fognature e i canali di scarico, gli impianti per l'acqua, per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento e simili, fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini.

Quindi partendo dal contatore dell'ENEL fino al differenziale della mia proprietà, secondo la legge l'impianto dovrebbe essere comune. Giusto?

E se è comune, dovrebbe essere l'amministratore ad occuparsene. Anche perchè è impensabile che ogni condomino si faccia il suo impianto personale e privato, dai contatori fino a casa.

Rispondi


claistron

Staff
10180 interventi
20/11/2008 23:45:26
Continui a sbagliare.

I cavi fino al tuo contatore o fino al contatore del condominio sono dell'Enel e non parte comune condominiale.

Insomma vuoi arrampicarti agli specchi .....

Rispondi


gporchia

Utente semplice
2 interventi
21/11/2008 10:13:11
Gentile Claistron, grazie ancora per la tua risposta.

Hai ragione, i cavi fino al mio contatore sono dell'ENEL. Ma il contatore non è nel mio appartamento, e nel cortile condominiale. Da li fino al salvavita del mio appartamento sono parte di un impianto condominiale (che è parte comune).

Cordiali saluti.

Rispondi


claistron

Staff
10180 interventi
21/11/2008 17:57:51
Continui imperterrito a sbagliare.

I cavi che partono dal "tuo" contatore e arrivano nel tuo appartamento sono "privati", ne sei tu il responsabile, non il condominio.

Arrenditi .....

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
durata gestione e compenso amministratore condominio
maggioranza per elezione delegato al super-condominio
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
tredicesima all'amministratore di condominio
richiesta casellario giudiziale all'amministratore
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
numero minimo di ui per definire un super-condominio
un condomino può farsi assistere nella riunione di condominio dal suo avvocato?
condominio senza amministratore ad insaputa dei condòmini
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading