Discussione: Su minaccia di revoca giudiziale un amministratore si fa rieleggere immediatamente

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

GianfrancoBert
Utente registrato
21/06/2018
14:26:54
Il fatto: il 30/05/2016 un amministratore viene riconfermato; non presenta ne' il preventivo delle sue competenze ne' il bilancio di previsione. Senza nessun'altra assemblea intermedia indice per il 20/05/2018 l'assemblea con l'ordine del giorno:
1)Rendiconto gestione 01/05/2016 - 31/12/2017
2)Rendiconto gestione 2017
3)Nomina amministratore
4)arie ed eventuali
Il presidente da inizio alla discussione del primo punto all'O.d.G. Un condomino mette in evidenza l'esistenza degli estremi per una revoca giudiziale non avendo presentato nei termini di 180gg.il consuntivo del 2016 e nel termine dei 6 mesi successivi alla sua riconferma, le ingiunzioni di pagamento ai morosi.A questo punto il presidente interrompendo la discussione mette ai voti lo spostamento della nomina amministratore al 1° punto che ottiene con 524 millesimi e mette immediatamente ai voti la nomina dell'amministratore che viene riconfermato con la stessa maggioranza e le teste utili.
A questo punto la revoca giudiziale, per le carenze citate, che non permetterebbe la riconferma dello stesso amministratore, diventa inutile, visto che è stato riconfermato prima? Tenendo anche presente che la sua riconferma del 30/5/2016 non essendo confortata dalla presentazione del suo compenso dettagliato renderebbe la nomina nulla.Grazie per la solita sollecitudine che vi contraddistingue.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9998 interventi
23/06/2018 09:35:38
La nomina appare corretta.

La revoca giudiziaria dell'amministratore può essere richiesta anche da un solo condómino, in qualsiasi momento, quando ricorrano specifici inadempimenti; non è necessaria una deliberazione in assemblea, oltretutto, se la revoca è "giudiziale", è il giudice che la dispone, l'assemblea può revocare l'amministratore con la consueta votazione.

Dalla tua esposizione, i crismi per la revoca per giusta causa sussisterebbero.

Bisogna che qualche proprietario di buona volontà attivi la procedura di revoca; ricorda che è comunque costosa in termini di avvocati, spese giudiziarie, spese peritali, ecc. e non sempre queste spese vengono rimborsate, anche in caso di vittoria.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
incongruenza quota pagata dal condomino e quota versata dall'amministratore per detrazione ristruttu
maggioranze per revoca amministratore
assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore
aggiornamento amministratore di condominio
regolamento di condominio e mancanza da parte dell'amministratore
amministratore non vuole fare il suo lavoro, come obbligarlo?
se si richiede un contratto firmato all'amministratore ma non viene rilasciato?
amministratore si rifiuta di fornire dichiarazione detrazioni
sostituzione amministratore
quote versate al vecchio amministratore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading