Discussione: d. lgs. 2/2/2001 n.31 Acque potabili nel condominio (é obbligatorio applicarlo?)

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

GianfrancoBert
Utente registrato
04/06/2018
17:30:09
Buonasera, da una ricerca fatta da diversi Amministratori, pare che il d.lgs. n.31 del 02/02/2001 non sia mai stato convertito in legge, per cui ritengono di non essere obbligati ad applicarlo. Vista l'importanza dello stesso per la salvaguardia della salute dei condomini e visto che il responsabile,in caso di danni da Legionella, per es. è l'Amministratore. La cosa mi sembra assai strana, tenuto conto che molti amministratori non ne erano a conoscenza.Come stanno esattamente le cose? Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9987 interventi
04/06/2018 22:11:39
Parecchi anni fa ne abbiamo discusso a lungo nel forum.

Come hai accennato, il responsabile della qualità dell'acqua è sempre il gestore che la fornisce.

Attualmente non è prevista una norma che obblighi un amministratore a frapporsi al gestore sanificando l'acqua che viene fornita al condominio.

Puoi leggere il "decreto acqua" al nostro link:

http://www.condomini.altervista.org/ContatoriAcqua.htm

Rispondi


GianfrancoBert

Utente avanzato
6 interventi
06/06/2018 17:21:36
Grazie ma la domanda era:"E'obbligatorio applicarlo se non è stato convertito in legge?" Perchè il d.lgs.n.31/2001,modificato dal d.lgs.n.27/2002, estende all'amministratore del condominio la responsabilità dell'igiene dell'acqua somministrata nel condominio dal punto di consegna da parte del pubblico distributore fino al rubinetto.Inoltre anche nei suoi confronti è stabilito (all'art.15)il termine del 25/12/2003 per adeguare laqualità delle acque destinate al consumo umano ai valori di parametro dell'allegato I deld.lgs.n.31/2001, pena la sanzione della somma da € 10329,00 a € 61987,00 (art.19 comma primo)qualora l'acqua al rubinetto non soddisfi i requisiti minimi previstidalle parti A e B dell'allegato ecc. ecc. L'inosservanza dell'adempimento delle prescrizioni dell'ordinanza, implica il reato sanzionato dall'art.650 C.P con l'arresto sino a tre mesi per il fatto che l'amministratore per l'art.2051 del C.C. è responsabile del danno cagionato dalle cose in custodia (es.danni da Legionella eventualmente presente nelle cisterne),salvo che provi il caso fortuito. Cose in custodia delcaso:tubature dal punto di cessione dell'acqua dal gestore ai rubinetti del condominio attraverso cisterne e autoclavi.

Rispondi


claistron

Staff
9987 interventi
06/06/2018 19:58:38
Se fai una ricerca nel forum, troverai che vi sono state già sentenze in merito, dove si rileva che l'amministratore non ha competenza sull'acqua fornita dal distributore.

Una possibile responsabilità SOLO se vi sia stato DOLO o inerzia nel caso di "evidenti" problematiche sulle condutture comuni.

Nulla invece per l'eventuale ulteriore sanificazione dell'acqua che il gestore deve fornire "perfetta".

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
decreto lgs. n.31/2001" l'igiene delle acque distribuite per il consumo umano"
anomalie bilancio di condominio
bed & breakfast in condominio
gestione aree comuni in assenza del supercondominio.
assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore
composizione consiglio di condominio in super-condominio
rispetto decorso architettonico condominio orizzontale
vendita autorimessa, garage. diritto di prelazione in condominio
aggiornamento amministratore di condominio
regolamento di condominio e mancanza da parte dell'amministratore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading