Riforma del processo civile: proroga al 1 marzo 2006
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 04/01/2006 Autore Redazione Altri articoli dell'autore


Slittano al 1 marzo 2006 i termini per la riforma del processo civile.

Dopo la proroga avvenuta con il decreto 115/2005 , le novita' previste dalla legge 80/2005 (pacchetto competitivita') e dalla legge 263/2005 ,godranno dunque di altri due mesi di proroga rispetto alla precedente scadenza, prevista per il 1 gennaio 2006.

Le motivazioni di tale proroga risiedono nella volonta' di dare ai professionisti del diritto italiani margine piu' ampio per adeguarsi/informarsi sulle novita' della mini-riforma in tema di processo civile.

Soddisfatta l'Avvocatora Italiana, che vede nella proroga soddisfatte le proprie esigenze tempistiche per l'adeguamento alla riforma, che ricordiamo puntera' a migliorare il processo di cognizione, esecuzione, e il processo cautelare, nonche' snellire il sistema di divorzi e separazioni familiari. Il tutto anche con l'ausilio, ormai inevitabile, di idonei e innovativi strumenti informatici e telematici.


Decreto Legge 30 dicembre 2005, n.271

Proroga di termini in materia di efficacia di nuove disposizioni che modificano il processo civile.

(GU n. 303 del 30-12-2005)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di emanare specifiche disposizioni che consentano agli operatori di attuare la piena e corretta applicazione delle norme di riforma del processo civile introdotte sia dal decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, sia dalla legge 28 dicembre 2005, n. 263, ricorrendo ad un breve rinvio della operativita' delle norme medesime;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 29 dicembre 2005;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro della giustizia;

E m a n a

il seguente decreto-legge:

Art. 1.

1. Ai commi 3-quater, 3-quinquies e 3-sexies dell'articolo 2 del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, come sostituiti ed introdotti dall'articolo 8 del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 agosto 2005, n. 168, e, successivamente, dall'articolo 1, comma 6, della legge 28 dicembre 2005, n. 263, le parole: «1° gennaio 2006», ovunque ricorrano, sono sostituite dalle seguenti: «1° marzo 2006».

Art. 2.

1. Al comma 4 dell'articolo 2 della legge 28 dicembre 2005, n. 263, le parole: «1° gennaio 2006» sono sostituite dalle seguenti:
«1° marzo 2006».

Art. 3.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sara' presentato alle Camere per la conversione in legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addi' 30 dicembre 2005

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri


Redazione
www.overlex.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: giustizia

» Tutti gli articoli su overlex in tema di giustizia

Siti di interesse per l'argomento: giustizia





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading