Finanziaria 2006: testo definitivo e sintesi delle novità
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 27/12/2005 Autore Redazione Altri articoli dell'autore


Dopo l'approvazione del senato con 164 sì, 105 no e nessun astenuto, la finanziaria 2006 e' legge, manca soltanto la firma del Capo dello Stato e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

L'importo complessivo della manovra finanziaria e' passato dai 20 miliardi di euro iniziali a 27,6 miliardi circa.

Il testo completo della Finanziaria 2006 e' reperibile qui:

DDL 3613-B (sul sito www.senato.it)

Negli articoli precedenti su Overlex sono state gia' abbondantemente anticipate e sintetizzate le principali novita' introdotte dalla legge finanziaria per il 2006, tra cui:

Divenuta ora legge, cerchiamo di sintetizzare in concreto le effettive e principali norme introdotte dalla manovra per il 2006.

Casa: agevolazioni e tagli

La finanziaria estende fino alla fine 2006 le agevolazioni per le ristrutturazioni casa gia' in vigore attualmente, e la detrazione d'imposta (sull'IRPEF) passa dal 36% al 41% delle spese di ristrutturazione..
Sale invece l'imposta diretta (IVA) sui materiali per l'edilizia , che dal 10% 'lievita' al 20%.
Rientrano nelle spese di ristrutturazione quelle sostenute per: progettazione ed esecuzione lavori, acquisto materiali e iva.

Previsto un sostanzioso taglio, del 20%, sulle tariffe notarili applicate negli atti di compravendita di case

Dal 2006, le imposte sull'acquisto della casa potranno essere applicate sul valore catastale dell'immobile, e non sul controvalore effettivo stabilito tra acquirente e venditore.

Bonus bebe' , agevolazioni per figli e scuola

Come era stato anticipato nel precedente articolo sulla finanziaria, per i figli primogeniti nati o adottati nel 2005 e per i figli dal secondo in su nati o adottati nel 2006, la famiglia ricevera' un bonus di agevolazione di 1.000 euro, a patto che il reddito complessivo familiare non superi i 50.000 euro annui.
Il bonus di 1.000 euro dovrebbe essere erogato sottoforma di assegno.

La detrazione fiscale per le spese sostenute dalla famiglia per l'asilo nido e' fissata al 19% della spesa totale, fino a un massimo di 632 euro di detrazione per ogni figlio.

Concordato e condono fiscale

Come illustrato in un precedente articolo sulla programmazione fiscale, e' stato introdotto dalla finanziaria 2006 il concordato fiscale preventivo, una forma di accordo ancicipato tra fisco e contribuente, in realta' forse non del tutto nuova nel nostro ordinamento.

Grazie soprattutto agli studi di settore il fisco e' in grado di fare proposte piu' precise al contribuente circa l'accordo sulla futura base imponibile (che dovra' risultare crescente) per il triennio 2005-2006-2007.
Soltanto chi aderira' al concordato preventivo , potra' inoltre usufruire di un adeguamento (mini condono) per i contributi 2003 e 2004.

Stigmatizzando i vantaggi di tale concordato, se da un lato il fisco beneficia di un gettito fiscale in entrata certo e prestabilito, dall'altro il contribuente viene sollevato da controlli fiscali nonche' da taluni adempimenti contabili.
Anche per il contribuente, comunque, l'importo fiscale certo in anticipo puo' risultare un beneficio non da poco.

Finanziaria e fisco

Blocco delle addizionali regionali sull'Ire e l'Irap che verra' prorogato fino al 31 dicembre 2006 (comma 166).

Le plusvalenze societarie derivate dalla vendita di immobili acquistati nei 5 anni precedenti, sara' tassata con un'imposta sostitutiva del 12,5%.

Inail e Inps potranno innalzare le sanzioni previste, per ottenere un getttito ulteriore di di 420 milioni per il 2006 e di 480 milioni per il 2007. In tal senso sono preventivate assunzioni di 795 ispettori del lavoro e 75 ispettori tecnici vincitori di concorso pubblico.

In caso di contribuente moroso, trascorsi 60 giorni dalla data di notifica della cartella, potra' essere disposto senza alcuna comunicazione preventiva il fermo amministrativo per l'automobile del contribuente.
E' quanto previsto dalla Legge 2 dicembre 2005, n. 248, conversione del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, collegato alla finanziaria.

Finanziaria e il lavoro

Sullo scottante tema del lavoro a tempo determinato nella pubblica amministrazione, e i vari contratti di collaborazione e a progetto, la finanziaria (comma 188) specifica che l'amministrazione potra' nel 2006 ricorrere a tali forme di contratti fino al 60% della spesa sostenuta nel 2003 in tema di lavoro e assunzioni.

Per quanto riguarda l'impiego nelle forze dell'ordine, sono stati previsti stanziamenti per l'assunzione di 2.500 unità da impiegare direttamente tra le forze dell'ordine e di pubblica sicurezza.

La guardia di finanza otterra' finanziamenti favore del rinnovamento delle strutture in proprio possesso.

Lieve riduzione per gli stanziamenti a favore del rinnovo dei contratti per i pubblici dipendenti.

Tagliato dell'1% il costo del lavoro.
Saranno dunque ridotti di un punto percentuale i contributi sociali attuali a favore dei datori di lavoro.
Questo intervento sostituisce l'annunciato intervento in tema di Irap.

Tagli ai ministeri e alla politica

Confermato il taglio del 10% ai costi della politica sostenuti da Ministri, parlamentari ed europarlamentari, Sottosegretari, e membri della giustizia amministrativa, sindaci e consiglieri regionali.
Ridotte di circa 100 milioni anche le spese di rappresentanza della politica, sostenute per convegni, pubblicita' e auto blu.

Tagli alla Pubblica Amministrazione: i comuni

Comuni , regioni e province, vedranno per il 2006 un deciso taglio per le proprie spese. Verranno infatti decurtate le spese, rispetto a quelle sostenute nel 2004, per 3,1 miliardi per gli enti locali, 1,1 per le Regioni e 2 per province e comuni.

In percentuale, le regioni dovranno spendere il 3,8% in meno rispetto alla spesa del 2004. Ogni provincia e comune con piu' di 5.000 abitanti dovra' spendere il 6,5 % o 8% in meno del 2004.

D'altra parte, i Comuni avranno diritto al 30% delle somme riscosse a seguito di accertamenti a contrasto dell'evasione fiscale, come previsto dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248 collegata alla Finanziaria.
Un maggiore impegno da parte dei Comuni contro l'evasione fiscale, potra' sicuramente alleggerire l'effetto dei tagli agli enti locali, e allo stesso tempo contrastare un fenomeno cosi' rilevante e negativo per le casse statali come l'evasione.

I contratti di affitto in vigore in cui la pubblica amministrazione utilizza locali privati, verranno rinnovati alla prossima scadenza per ulteriori 6 anni, a condizione di una riduzione del 10% del canone d'affitto richiesto.

Porno tax. Tassa sul materiale pornografico e violento

La finanziaria ha introdotto, come preannunciato su Overlex in questo articolo, la cosiddetta Porno tax , una tassa aggiuntiva (addizionale del 25%) sul materiale pornografico e a contenuti violenti che che comportera' per lo stato un ulteriore gettito di 150 milioni circa.

Chiesa e ICI

Per la Chiesa, la finanziaria stabilisce che l'esenzione del pagamento dell'Ici non sara' retroattivo.
Dunque niente rimborso delle imposte ICI versate per gli immobili della Chiesa prima della finanziaria.

Banca del Sud, finanziaria e mezzogiorno

Oltre a Palermo e Catania, i lavoratori socialmente utili (cosiddetti LSU) di Messina verranno "stabilizzati". Un emendamento del relatore porta da 300.000 a 230.000 il numero di abitanti sufficiente per rientrare tra le citta' che beneficieranno dei 18 milioni di euro stanziati.

Costituita la Banca del Sud, in cui lo Stato come soggetto fondatore ha partecipato con 5 milioni di euro per l'apporto di capitale.

Finanziaria, tecnologia e digitale

Nonostante molte polemiche arrivano gli incentivi per l'introduzione e la distribuzione dei decoder per il digitale terrestre in Sardegna e Valle d'Aosta.

La finanziaria, in tema di tecnologia nella pubblica amministrazione, specifica che la p.a. avra' facolta di installare e utilizzare, usando solo le risorse finanziarie disponibili, strumenti informatici ed elettronici che consentano la 'dematerializzazione' di molte pratiche cartacee.
Ad esempio si pensi all'uso della posta elettronica certificata in vece delle comunicazioni cartacee.

Comprare auto senza il notaio

Per la compravendita di autoveicoli, e in particolare per l' autenticazione delle firme nell'atto di acquisto o di vendita, non sara' piu' necessario, con la finanziaria 2006, l'intervento del notaio, o meglio non sara' piu' necessario l'atto notarile.

Misure discusse ed infine escluse dalla legge Finanziaria


Redazione
www.overlex.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: finanziaria

» Tutti gli articoli su overlex in tema di finanziaria

Siti di interesse per l'argomento: finanziaria





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading