Multe circolazione stradale: contestare senza deposito cauzionale
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 21/10/2005 Autore Redazione Altri articoli dell'autore


Il codice della strada consente come sappiamo di fare ricorso a seguito di sanzioni derivate dalla circolazione stradale.

Per il ricorso e' necessario procedere entro 60 giorni dal giorno della notificazione della multa.

Il ricorso puo' essere inoltrato al giudice di pace, o al prefetto.

Non sussiste piu' l'obbligo di versare a titolo di deposito cauzionale una somma pari alla meta' della sanzione pecuniare MASSIMA , prevista dal Codice per il tipo di infrazione contestata.
Ovviamente tale valore spesso e' molto superiore all'importo della sanzione in oggetto a cui vogliamo opporre ricorso.
Questo particolare poteva in passato scoraggiare i piu' dall'opporre ricorso alla sanzione, mentre ora , come detto, non sussiste piu' l'obbligo del deposito cauzionale.

E' comunque da far notare che un insuccesso del ricorso comporta sanzioni pecuniarie e spesso anche la decurtazione di punti dalla patente. Quindi permane la necessita' di fare ricorso solo se realmente si ritiene di aver ricevuto una contestazione ingiusta.
Redazione
www.overlex.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: circolazione stradale

» Tutti gli articoli su overlex in tema di circolazione stradale

Siti di interesse per l'argomento: circolazione stradale





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading