I NONNI, ART. 317-bis DEL DLGS N° 14 DEL 2013 - affidamento - mantenimento
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 30/01/2014 Autore Avv. Maria Cristina Morganti Altri articoli dell'autore


“I NONNI, ART. 317-bis DEL DLGS N° 14 DEL 2013:

                                    - RAPPORTI CON GLI ASCENDENTI -”

 

Il ruolo sociale dei nonni è sempre più riconosciuto e apprezzato nel nostro Paese, soprattutto negli ultimi anni, in presenza di famiglie in cui spesso entrambe le figure genitoriali sono costrette, per impegni lavorativi, a stare diverse ore del giorno lontane dai propri figli, mentre i nonni possono e desiderano trascorrere il proprio tempo libero accanto ai nipotini. Fino a pochi anni fa, tuttavia, il Diritto non contemplava affatto il binomio nonno-nipote. Recentemente, con l’introduzione nel nostro ordinamento della Legge n° 54 del 2006, si era effettivamente esplicitamente affermato, ex art. 155 c.c., il diritto del minore, anche in costanza di separazione dei genitori, a: “conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale”. Così, però, veniva riconosciuto e tutelato “solo” il diritto del nipote a ricevere amore e cure da parte dei nonni, non quello reciproco dei nonni. Il Dlgs. n° 14 del 2013, in tal senso, compie un sostanziale passo in avanti, avendo totalmente mutato l’oggetto dell’Art. 317-bis. c.c., che non è più “L’esercizio della potestà” (dei genitori), ma bensì proprio: i “Rapporti con gli ascendenti”. Tale articolo infatti recita: “Gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni. L’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore. Si applica l’articolo 336, secondo comma.” Peraltro, contemporaneamente, i contenuti dell’art. 155 c.c. sono stati “traslati” nell’art. 337-ter c.c., “Provvedimenti riguardo ai figli”, che reintroduce espressamente la facoltà, in capo al giudice, di procedere all’Affidamento Familiare (cioè ad un prossimo congiunto: solitamente nonno o zio del bambino): “in caso di temporanea impossibilità di affidare il minore ad uno dei genitori”, nei casi di separazione tra gli stessi. L’art. 316-bis c.c., “Concorso nel mantenimento”, (anch’esso parzialmente “traslato” dall’art. 148 c.c.) inoltre stabilisce come: “Quando i genitori non hanno mezzi sufficienti, gli altri ascendenti, in ordine di prossimità, sono tenuti a fornire ai genitori stessi i mezzi necessari affinché possano adempiere i loro doveri nei confronti dei figli.” I nonni, quindi, ora sono ritenuti ex lege responsabili anche “economicamente” dei propri nipoti, dovendosi sostituire ai figli se, a qualsiasi titolo, inadempienti nei confronti della prole. Se, per esempio, un padre separato avesse un’occupazione che non gli permettesse di versare regolarmente il “mantenimento” per i propri figli, il nonno, titolare di una pensione sufficiente, avrebbe il dovere di versare lui l’assegno per il nipote, finché il genitore non potesse tornare ad adempiere alla propria obbligazione. Come sempre quindi, la Legge ripartisce equamente Diritti e Doveri, ogni volta che riconosce situazioni giuridiche meritevoli di tutela. Ovviamente peraltro, essendo finalmente caduta ogni distinzione giuridica tra i figli, i diritti e i doveri dei nonni si estendono a tutti e a ciascuno dei loro nipoti, indifferentemente, a nulla rilevando che, magari: un nipote sia nato all’interno del matrimonio tra suo figlio e sua nuora, un altro sia stato adottato e un terzo sia frutto di una relazione extraconiugale. Ormai, anche tutti i nipoti sono uguali davanti alla legge.

 

12.12.13                                                                       Advocat  Maria Cristina Morganti


Avv. Maria Cristina Morganti ^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: famiglia

» Tutti gli articoli su overlex in tema di famiglia

Siti di interesse per l'argomento: famiglia

» Master in Mediazione Familiare - Centro Studi Bruner






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading