Smarrimento materiale servizio fotografico album di nozze: risarcimento danno morale affettivo
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 29/01/2012 Autore Avv. Eugenio Gargiulo Altri articoli dell'autore


Il fotografo che smarrisce il materiale relativo al servizio fotografico, attinente all'"album di nozze", deve risarcire ai propri clienti anche il cosiddetto "danno morale affettivo".

Un' originale pronuncia del Tribunale di Foggia, che riconosce ad una giovane coppia di sposi il diritto ad ottenere il risarcimento anche del danno relativo alla" lesione affettiva" sofferta, quale conseguenza dell'impossibilità per gli stessi di poter serbare un ricordo fotografico del giorno del loro matrimonio.

Specialmente nelle regioni del Sud Italia, le nozze e tutto quanto riguarda l'organizzazione di un matrimonio, è ancora vissuto come un momento "tremendamente importante", un vero e proprio evento che necessità di essere curato in ogni suo più piccolo e minimo dettaglio, affinchè nessuno possa ,in seguito, commentare in modo negativo le modalità di svolgimento sia della cerimonia nuziale sia del successivo immancabile ricevimento .

Perfino la coppia di sposi meno abbiente si ingegna, a partire da oltre un anno prima della data fissata per il "gran giorno", per utilizzare al meglio il proprio "budget" economico destinato all'organizzazione dell'evento affinchè, dalla sala di ricevimento scelta, alle bomboniere ed agli addobbi floreali vari, per finire al servizio fotografico per l'album di nozze, tutto risulti impeccabile e capace di stupire parenti ed ospiti.

Il "business economico" , attestato anche dalle numerose "fiere di settore" che si susseguono soprattutto nei mesi di gennaio e febbraio, che ruota attorno all'evento matrimonio è davvero notevole; basti pensare , infatti, che, mediamente, per l'organizzazione delle nozze, una coppia è costretta a "sborsare" tra i ventimila ed i trentamila euro circa , a seconda della maggiore o minore cura dedicata a ogni singolo dettaglio organizzativo!

Appare quindi logico che eventuali disguidi-intoppi, o comunque il verificarsi di situazioni spiacevoli, che "inceppino" questa perfetta "macchina organizzativa", vengano vissuti come veri e propri "drammi familiari" dagli sposi interessati che , nonostante lo sforzo personale ed economico profusi, abbiano visto, a causa di imprevedibili ed incontrollabili fattori esterni, "naufragare" il "sogno" di una perfetta riuscita della "grande giornata" a loro riservata dall'evento!

Il timore sopra descritto si è, purtroppo, concretizzato in realtà per una giovane coppia di sposi foggiani che, circa tre anni fa, decidevano di coronare il loro sogno d'amore, convolando a "giuste nozze".

Gli stessi, essendo alle prese con le solite difficoltà relative a riuscire a "far quadrare" i conti tenuto conto del loro budget destinato all'organizzazione del matrimonio, si erano rivolti ad un fotografo che, seppur bravo, era un "neofita" della professione, e con alle spalle un'organizzazione di mezzi non paragonabile a quella dei fotografi "storici" e "affermati della città di Foggia, in quanto erano riusciti a "spuntare" da quest' ultimo un prezzo davvero competitivo per il mercato( meno di millecinquecento euro), per l' effettuazione del servizio fotografico e dell'album di nozze.

Il fotografo, incaricato di "immortalare" l'evento, si era mostrato impeccabile  il giorno del matrimonio, eseguendo il servizio fotografico previsto in modo davvero professionale, sia durante lo svolgimento della celebrazione religiosa, sia nel corso del ricevimento presso il salone prescelto dagli sposi.

Ma la sgradita sorpresa per i "freschi sposini" era destinata a giungere nei mesi successivi quando, a causa di un improvviso "tracollo" economico", il suddetto fotografo era costretto a chiudere la sua attività perdendo, inoltre, sciaguratamente, il materiale relativo al servizio fotografico attinente al giorno delle nozze degli sfortunati neo-coniugi foggiani.

Questi ultimi, smaltita la giusta rabbia, si vedevano costretti a convenire in giudizio, a mezzo di un legale, dinanzi al Tribunale di Foggia, il fotografo , reo di tanta negligenza, al fine di ottenere non solo il rimborso di quanto pagato anticipatamente per il servizio fotografico, ma anche per essere risarciti del danno sofferto a seguito dell'"irreparabile" lesione affettiva subita in conseguenza dell'impossibilità di serbare un ricordo fotografico del loro giorno di nozze.

Il Tribunale di Foggia, a seguito di una veloce attività istruttoria, decideva di dare ragione alla giovane coppia di sposi, riconoscendo loro, oltre al rimborso per le spese anticipate al fotografo, anche il risarcimento del cosiddetto "danno morale affettivo", quantificandolo in una somma superiore al valore del contratto stipulato e non rispettato dal fotografo.

Il Tribunale dauno motivava la sua decisione affermando che ".la lesione di un bene patrimoniale che, in ragione del particolare valore affettivo ad esso attribuito dai danneggiati, provochi a carico di questi ultimi una ripercussione psichica diversa da semplice dispiacere o disturbo, dà diritto al risarcimento di un pregiudizio qualificabile come danno morale affettivo".

Ai giovani neo sposi , che non potranno mai più avere il loro album di nozze,non resterà , purtroppo, che consolarsi con il risarcimento ottenuto, e con le foto del loro "viaggio di nozze", servizio fotografico, questo,  realizzato da loro stessi e non certamente affidato al negligente e sbadato fotografo incaricato per il giorno delle loro nozze!!!


Avv. Eugenio Gargiulo
Avvocato
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: responsabilità

» Tutti gli articoli su overlex in tema di responsabilità

Siti di interesse per l'argomento: responsabilità





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading